Reggio-Novara 2-1. Emiliani in finale, azzurri a casa fra gli applausi - I AM CALCIO NOVARA

Reggio-Novara 2-1. Emiliani in finale, azzurri a casa fra gli applausi

gol fantastico per Buba
gol fantastico per Buba
NovaraSerie C Girone A

Il Novara fa ancora 2-1, ma stavolta deve cedere il passo ai rivali della Reggio Audace che hanno meritato il successo. Gara di intensità rara, molto bella, ben giocata ed emozionante. Complimenti a tutti, ai granata per la gara e la finale, ai ragazzi di Banchieri per la stagione gagliarda e ricca di soddisfazioni.

Nardi in avvio, ma ben presto si trema  Il primo spunto è di marca azzurra, con Pinzauti bravo a rubare palla sull'out di destra, per poi triangolare con Piscitella e servire l'accorrente Nardi che da fuori scarica un bel diagonale secco, palla a lato non di molto. E' una rondine che non fa primavera però, perché da lì in avanti il Novara subirà in maniera non usuale la forza dell'avversario. Al 9' un tiro di Varone deviato da Zamparo diviene molto pericoloso per Lanni, che deve impegnarsi per salvare in angolo. Sul corner successivo tocco di Zamparo che libera ad un passo dalla porta Kargbo, deviazione del colored e palla che qausi entra in rete, se non fosse per un miracolo di Lanni. La Reggio protesta molto, ritenendo che la palla avesse varcato la fatidica soglia, Alvini viene ammonito. Al 17' tentativo forte e preciso di Lunetta, Lanni salva in due tempi. 

Pasticci difensivi azzurri e forcing granata  Al 20' Pogliano (forse ostacolato) favorisce l'inserimento di Zamparo, diagonale pericoloso che si spegne sul fondo di poco. Un minuto dopo Nardi viene ammonito, per lui la stagione finirà a Reggio in ogni caso. Al 22' missile terra-aria di Radrezza, palla che si schianta sulla traversa a portiere battuto. Nemmeno il tempo di asciugarsi la fronte per il pericolo scampato che il Novara concede la rete: Sbraga con un inopportuno retropassaggio di testa dà modo a Kargbo di anticipare Lanni e scavalcarlo mettendo in rete. Siamo al 23' la Reggio Audace merita il vantaggio ma il rammarico è averlo regalato. 

Azzurri sulle gambe, ma Buba non perdona  Il Novara fatica a reagire, i padroni di casa mettono in mostra un gioco arioso, tecnico, propositivo. Gli azzurri paiono pagare gli sforza delle gare precedenti, forse un poco di turnover avrebbe potuto aiutare. Al 27' la difesa azzurra chiude un'azione pericolosa da sinistra di Radrezza. Dopo il cooling break della mezz'ora il Novara si affaccia in avanti. Arriva il primo angolo e una punizione ben calciata da Buzzegoli ma larga sul primo palo (33'). Il Novara prende metri e nel finale di tempo si fa insidioso. Al 44' azione verticale degli azzurri, la palla arriva a Gonzalez che dalla sua mattonella sposta la sfera e calcia a giro, bravo Venturi a distendersi in angolo. Al 46' arriva il pari dei ragazzi di Banchieri. Azione insistita dopo il terzo corner, sul secondo palo Pinzauti battaglia, Gonzalez raccoglie dalla linea di fondo e gira nel cuore dell'area per Buzzegoli; il numero 10 finta la conclusione di destro spostando la sfera sul mancino ed incrocia con un tiro magnifico a mezza altezza sul secondo palo. Uno a uno! Gli azzurri chiudono un primo tempo in cui sono stati largamente suonati come un pugile con un colpo secco allo stomaco dei granata.

Reggio avanti, ancora  Al 6' i granata hanno già modo di andare a rete, cross sul quale svetta Rossi che indirizza bene, chiamando al miracolo Lanni. Appostato sulla respinta c'è Kargbo che appoggia in rete, freddato però dal fischio dell'arbitro: fuorigioco. Al 10' però i padroni di casa passano ancora, stavolta per davvero. L'incontenibile Kargbo cade in area, si rialza e guadagna il fondo; dopo la torsione scarica per l'accorrente capitan Spanò che spara in diagonale sul secondo palo, il suo rasoterra batte Lanni.

Doppia chance di platino  Il Novara cambia, entra Bortolussi e proprio il bomber principe della stagione azzurra ha la palla clamorosa del 2-2 al 13'; grande azione di Cassandro che rientra verso il centro in slalom fra i birilli, scarico per Borto che, di fronte al portiere, si fa respingere il tiro in angolo. Prodezza dell'estremo, errore dell'attaccante, ci sta tutto. Ma il 2-2 non arriva. Un minuto dopo da calcio d'angolo altra palla d'oro per il Novara, sfera che balla nell'area piccola, risolve la mischia Pogliano con una girata volante e con il pallone che sbatte violentemente sul palo.

Partita bellissima, gli azzurri provano il forcing  Il Novara insiste, opera altri due cambi e mette lì nella propria trequarti la squadra emiliana. Il tiro a giro di Schiavi al 17' è largo e frettoloso, al 23' palla di Buzzegoli a pescare Cisco, l'esterno la mette nell'area piccola ma nessun azzurro scarta il cioccolatino. La partita è bellissima, il Novara spinge e la Reggio Audace riparte trainata da un devastante Kargbo. Al 29' contropiede di Cisco che da sinistra suggerisce per Bianchi, tiro debole e centrale per Tommaso, lontano dai suoi standard in questa semifinale. 

La resa, in finale gli emiliani   Le energie vengono a mancare, i padroni di casa riguadagnano porzioni di campo metro dopo metro e al 36' è Marchi a gettare alle ortiche un pericoloso 3 vs 3 per egoismo. Il Novara non ne ha più, le azioni sono sempre forzate, casuali, frutto di tentativo di ricerca della giocata. E' la formazione di Alvini ad avere la palla per far male col cross di Staiti deviato dalla testa di Sbraga che fa la barba al palo. L'ultimo brivido lo regala Cisco con una palla invitante a tagliare l'area nel 4' di recupero, mentre la parola fine al match la pone l'ennesima volata di un infaticabile  Kargbo che chiude la sua iniziativa personale cogliendo un legno. Si chiude qui una stagione buona di un Novara orgoglioso, formato da giovani e da qualche senatore prezioso. Complimenti agli emiliani che nel complesso si sono dimostrati superiori, anche se nei momenti decisivi della gara gli azzurri e la dea bendata hanno dato una mano a Spanò e compagni.

REGGIO AUDACE - NOVARA  2-1

Reti: 23' Kargbo (R), 46' Buzzegoli (N), 10'st Spanò (R).

Reggio Audace (3-5-2): Venturi; Spanò, Rozzio, Costa; Libutti, Varone, Rossi (47'st Espeche), Lunetta (17'st Favalli), Radrezza (32'st Staiti); Kargbo, Zamparo (17'st Marchi). A disp: Narduzzo, Martinelli, Zanini, Scappini, Valencia, Serrotti, Kirwan, Pellizzari. All.: Alvini. 

Novara (4-3-3): Lanni; Cassandro, Sbraga, Pogliano, Cagnano; Nardi (11'st Schiavi), Buzzegoli, Bianchi; Piscitella (22'st Peralta), Pinzauti (21'st Cisco), Gonzalez (11'st Bortolussi). A disp: Marricchi, Bove, Zunno, Collodel, Bellich, Barbieri, Pinotti, Pagani. All.: Banchieri.

Arbitro: sig. Meraviglia di Lucca

Note: ammoniti Costa, Kargbo e Marchi per la Reggio Audace, Nardi e Cassandro per il Novara; angoli 7-4.

Stefano Calabrese

Leggi altre notizie:NOVARA Serie C Girone A