La Juvenzo e il progetto da completare: "Possiamo arrivare in alto" - I AM CALCIO NOVARA

La Juvenzo e il progetto da completare: "Possiamo arrivare in alto"

Ingrassia, uno dei nuovi in casa Juvenzo
Ingrassia, uno dei nuovi in casa Juvenzo
NovaraSeconda Categoria

La Juvenzo San Rocco si è lasciata alle spalle la stagione della ricostruzione, quella che dopo un'annata difficoltosa e terminata con una salvezza al fotofinish ha riportato la società bianconera a navigare nelle più tranquille acque del centro classifica coltivando anche l'ambizione, se il campionato non fosse terminato prematuramente, di un possibile aggancio ad una zona playoff che non era poi così lontana.

Merito di questa crescita, oltre che della società, è stata di mister Federico Martelli che, non a caso, sarà la pedina fondante dal quale ripartire nella prossima stagione: "Con mister Martelli - conferma il direttore sportivo Gianluca Tota che parla a nome di tutta la società - abbiamo cominciato un percorso che porteremo avanti anche nella prossima stagione dopo che la scorsa estate ci siamo trovati ad affrontare un duro lavoro di riorganizzazione interna e della rosa; questo percorso, per motivi indipendenti dalla nostra volontà, non abbiamo potuto terminarlo nella stagione attuale quindi è giusto che il tecnico abbia la possibilità di portare a termine il proprio lavoro. Anche per questo è stata praticamente riconfermata tutta la rosa ad eccezione di Oliva, che ha scelto di lasciarci per andare a giocarsi le proprie carte alla Pernatese, e di altri tre ragazzi che hanno praticamente scelto di chiudere con il calcio: Fortuna, Mbaki e Bovolenta".

A fronte di queste uscite la dirigenza novarese si è mossa in maniera preventiva sul mercato assicurandosi le pedine giuste per ripartire con una certa tranquillità: "I primi acquisti sono sicuramente quelli di Ascolese, Gatti e Pasini che si sono infortunati gravemente all'inizio della scorsa stagione e che ora, perfettamente ristabiliti, rientrano a pieno titolo nel gruppo a cui daranno sicuramente una grossa mano. Abbiamo però voluto completare la rosa con giocatori di categoria superiore come sono sicuramente Davide Jerome Leonardo Ingrassia che nell'ultima stagione hanno vissuto la Prima categoria con il San Nazzaro Sesia; in più abbia completato l'attacco con Matias Catrani, classe '91 che rientra da un grave infortunio ma che si è creato un buon curriculum nel Milanese, segnando tanti gol in squadre come il Buscate e che, siamo sicuri, ci darà quel valore aggiunto che ci serve in zona gol. Infine ci sarà il ritorno di Marco Piazza che era già stato alla Juvenzo come giocatore e che, dopo la parentesi al Rmantin, diventerà il vice di mister Martelli". Confermato, oltre al tecnico, anche Ettore Gandaglia che continuerà a ricoprire il ruolo di preparatore dei portieri.

La volontà di proseguire sulla linea tracciata nella scorsa stagione la si riscontra anche nella riconferma dei prestiti di Ferrara e Tamba dalla Sanmartinese, che valorizzano ancora di più la rosa messa a disposizione di mister Martelli: "Purtroppo nella scorsa stagione non siamo riusciti a capire dove questa squadra avrebbe potuto arrivare perché ci siamo fermati troppo presto - è la considerazione di Tota - ma il nostro intento è quello di rendere questa squadra protagonista in Seconda categoria anche perché siamo consapevoli di aver seminato bene. La scorsa stagione ci ha detto che i giocatori che vestono la nostra maglia sono validi e le richieste che sono arrivate per loro nelle ultime settimane, richieste che abbiamo rispedito al mittente, stanno lì a dimostrarlo; abbiamo un cerchio da chiudere proseguendo in questa crescita, ricordando che la rosa della Juvenzo è quella di una squadra molto giovane e che, anche per questo, ha ancora ampi margini di crescita".

Carmine Calabrese