Delfino all’ultimo respiro, al Sizzano l’andata di Coppa - I AM CALCIO NOVARA

Delfino all’ultimo respiro, al Sizzano l’andata di Coppa

Il rigore di Borruto
Il rigore di Borruto
NovaraCoppe

Un buon ritorno alle competizioni ufficiali per Briga e Sizzano che hanno dato vita ad una partita divertente e con cinque gol, alla fine a spuntarla è il Sizzano con merito dopo un inizio partita difficile, il Briga ha pagato qualche disattenzione difensiva e probabilmente anche i carichi di lavoro più importanti fatti rispetto agli avversari (preparazione iniziata dieci giorni prima).

Il Briga paga un finale distratto di tempo Si mette subito in evidenza l’acquisto di punta del mercato del Briga Leonardo Sacco che dopo meno di sessanta secondi manca di un soffio l’appuntamento con il tap-in vincente, risponde il Sizzano al 9’, torre di Grazioli per Agnesina che di testa manda alto. Sacco è sempre pericolosissimo, all’11’ la sua conclusione è troppo centrale per impensierire Tega, al 15’ vince il contrasto fuori area con l’estremo avversario ma il suo sinistro è troppo debole e la difesa sizzanese può controllare. Al 21’ Briga in vantaggio: Sacco si decentra per recuperare un cross lungo, guarda al centro e lascia partire un tiro-cross che beffa Tega troppo avanti per evitare il gol, primo squillo ufficiale con la nuova maglia per Sacco; il Briga si fa preferire e sfiora il due a zero con Salvatore ed Asole, quando la formazione di Ramazzotti sembra in controllo arriva inaspettato il pareggio, sugli sviluppi di una rimessa laterale Agnesina approfitta dell’indecisione della difesa di casa per siglare il pareggio, gol dell’ex per il promettente 2002.

Sizzano ancora al 46’, il nuovo entrato Delfino sancisce il tre a due Uno squillo di Sacco fermato da Tega è l’unico tentativo da parte dei locali che subiscono lo svantaggio per mano di Borruto che concretizza un rigore provocato da Maseroli su Rognone, al 14’ Yeboah calcia all’incrocio ma trova sulla sua strada un ottimo Vitali. Sacco suona la carica, non riesce a calciare al 18’ ma trova libero Asole che spreca clamorosamente, al 27’ l’ex Sparta Novara si riscatta e su assist di Sacco pareggio anticipando la difesa di Paladin un po' ferma nella circostanza. Dopo la pausa per rinfrescarsi Mostoni entrato da due minuti lascia immobile Tega ma il suo destro si spegne non più di mezzo metro a lato, sembra che il pareggio sia inevitabile ma al 46’ spizzata di Yeboah per Delfino che batte l’incolpevole Vitali, tre a due e Sizzano che partirà con un buon vantaggio nel match di ritorno.

BRIGA-SIZZANO 2-3

Reti: 21’Sacco (B), 46’Agnesina (S), 10’st Borruto (S) su rigore, 27’st Asole (B), 46’st Delfino (S).

Briga (4-2-3-1): Vitali; Prelli (15’st Tucciariello), Gibin, Ardizzoia, Pezzoni (5’st Maseroli); Bianchi, Nalesso; Cataldo (30’st Mostoni), Salvatore (36’st Fornara), Asole; Sacco. A disposizione: Baccin, Moretti, Ferrario, Sciascia, Franzetti. All. Ramazzotti

Sizzano (4-3-1-2): Tega; Finotti, Erconi, Rogora, Raffaelli; Soro (1’st Zaitouni), Zanotti (15’st Daniele Lombardo), Grazioli; Borruto (17’st Delfino); Yeboah, Agnesina (15’st Rossi). A disposizione: Manazza, Devito, Natoli, Colombo, Bovo. All. Paladin

Arbitro: Balzano di Novara.

Note: Corner 5-6. Ammoniti nessuno per il Briga, Finotti e Rogora per il Sizzano. Spettatori 100ca. Il match si è disputato a Cressa.

Marco Dho

Leggi altre notizie:BRIGA SIZZANO Coppe