Avanti in Coppa: "Accademia cresci in fretta l'Eccellenza non aspetta" - I AM CALCIO NOVARA

Avanti in Coppa: "Accademia cresci in fretta l'Eccellenza non aspetta"

Il tecnico borgomanerese Molinaro
Il tecnico borgomanerese Molinaro
NovaraEccellenza Girone A

Prezioso il successo dell'Accademia Borgomanero sulla Dufour Varallo nella prima uscita ufficiale valevole per la Coppa Piemonte Eccellenza, e non solo perché permette agli agognini di Giuseppe Molinaro di continuare il proprio percorso nella competizione. La squadra rossoblu ha saputo interpretare bene la gara pur in ristrettezze di rosa, con tanti giovani in campo e in panchina come prime scelte; l'avvio non è stato positivo per la squadra novarese ma il prosieguo della gara ha soddisfatto il tecnico borgomanerese: "Dobbiamo essere contenti di quanto sono riusciti a fare i ragazzi e ci sta che i primi minuti di partita siano stati complicati perché noi abbiamo ragazzi che quest'anno esordiranno in Eccellenza e quindi partite del genere ne hanno giocate poche. Ho visto della paura nei primi minuti, del timore nel fare cose che avevamo provato ma sdoganati da questo fardello ho visto una squadra che meritatamente è andata in vantaggio anche per quello che ha dimostrato dopo. Siamo ancora in una fase di preparazione e abbiamo finito con otto-nove Under in campo per cui soffrire durante la partita è una condizione da dover mettere in conto, anche perché abbiamo incontrato una buona squadra come la Dufour che non ha mai mollato".

Avere da gestire una squadra così giovane presuppone la necessità di dover dare tempo ai giocatori per potersi ambientare, prendere le misure di un campionato come l'Eccellenza che però rischia di non aspettare nessuno. "E' proprio questa una delle incognite - conferma Molinaro - capire se avremo tempo di far crescere questi ragazzi nel modo giusto. Io sono fiducioso del percorso che dovremo fare ma allo stesso tempo mi rendo conto che probabilmente le difficoltà che andremo ad incontrare saranno moltissime perché l'Eccellenza è un campionato che ti consente di sbagliare ben poche volte. Dovremo essere bravi a capire subito quale sarà la dimensione della nostra squadra, per andare a porre rimedio laddove servirà nei tempi giusti: sarà difficile dover giocare sempre con così tanti Under in campo perché le altre squadre non faranno sconti".

Diventeranno decisivi dunque i giocatori di esperienza, quelli che anche con la Dufour Varallo hanno dato qualcosa in più per portare a casa una vittoria preziosa, come Alessandro Papa, autore del gol vittoria, e Stefano Mancuso, uomo-ovunque che ha retto le sorti dell'attacco come l'ultimo dei gregari. "Da loro ci aspettiamo questo, sono due dei nostri giocatori di riferimenti e a loro ci appoggiamo e chiediamo tanto. A me è piaciuto molto lo spirito che hanno avuto, lottando fino alla fine, che unito alle qualità tecniche che non sono in discussione fanno la differenza. Questi sono i giocatori che noi abbiamo scelto per trascinare il gruppo dei ragazzi più giovani e siamo sicuri che non ci tradiranno; anzi, dovremo essere bravi a fare in modo che siano i più giovani ad allinearsi quanto prima a loro, è questa la scommessa più importante di questa stagione".

Carmine Calabrese