Mastromonaco, sereno nonostante la sconfitta: "Comignago competitivo" - I AM CALCIO NOVARA

Mastromonaco, sereno nonostante la sconfitta: "Comignago competitivo"

Lino Mastromonaco, Comignago
Lino Mastromonaco, Comignago
NovaraPrima Categoria Girone A

Poche volte dopo una sconfitta interna come quella patita dal Comignago con il Feriolo i giudizi verso una squadra possono essere così positivi come quelli che raccoglie la formazione di Lino Mastromonaco che ha palesato sì qualche limite e qualche meccanismo ancora da registrare ma che ha comunque dimostrato, incontrando una squadra costruita con altre ambizioni, di essere cresciuta rispetto a quella che nella scorsa stagione ha stentato praticamente senza mai riuscire a svincolarsi dal fondo della classifica. "Abbiamo pagato a caro prezzo l'aver regalato un tempo ad una squadra forte come il Feriolo - dice con rammarico il tecnico novarese - e non solamente i due gol che nei primi venti minuti ci hanno fatto subito andare sotto; anche perché nel secondo tempo, quando siamo tornati in campo con l'animo giusto, abbiamo giocato alla pari con il Feriolo riuscendo a dare fastidio anche in zona gol. Una squadra come la nostra deve fare esperienza di questo tipo di errori, capendo che le gare vanno giocate tutte dal primo minuto e non dal 46'".

Detto questo è giusto sottolineare i meriti di una squadra che, assieme al Carpignano, e certamente la sorpresa in positivo di quest'avvio di stagione: una squadra partita per non ripetere il difficoltoso campionato vissuto nella scorsa stagione sta perseguendo il suo obiettivo andando forse anche oltre le più rosee aspettative. "La parte difficile arriva forse ora - confessa con realismo Mastromonaco - perché dobbiamo acquisire quella continuità e quell'esperienza che in certi frangenti ci sta mancando, perché siamo essenzialmente una squadra giovane, ma che sta dimostrando tanta voglia di crescere e di fare bene. Questo stop ci potrà aiutare ad avere degli input positivi per forzare questa crescita, gli errori compiuti con il Feriolo in Prima categoria si pagano a prescindere con qualsiasi squadra ti ritrovi davanti ma questo campionato per noi è cominciato bene e cercheremo di portarlo avanti seguendo la linea di potersela sempre giocare con tutti, non come l'anno scorso quando spesso le partite finivano prima del tempo più per una questione mentale".

Il Comignago lamentava un assenza importante, quella di capitan Mantoan, che in mezzo al campo si è fatta sentire proprio dal punto di vista dell'esperienza ma Mastromonaco guarda oltre ed è consapevole di poter disporre di un gruppo che quest'anno può anche sopperire a certe mancanze: "Parlare degli assenti è limitativo perché credo che la rosa del Comignago quest'anno sia competitiva anche dal punto di vista della panchina, anzi forse questo è uno degli elementi che ci differenzia dalla scorsa stagione. Oggi Mantoan non c'era ma è stato sostituito degnamente da chi ha giocato al suo posto, nello specifico Vaglica che ha fatto una buona gara, e anche chi è entrato a gara in corso ha dato il suo contributo così com'è successo nelle partite scorse quando chi è entrato ha fatto spesso la differenza. Da questo punto di vista sono tranquillo e molto contento di avere la possibilità di scegliere e non essere costretto a puntare forzatamente sempre sugli stessi undici giocatori".

Carmine Calabrese

Prima Categoria Girone A

ClassificaRisultatiStatistiche