Mattanza nel derby, l'RG Ticino fa male all'Oleggio - I AM CALCIO NOVARA

Mattanza nel derby, l'RG Ticino fa male all'Oleggio

Bugno fa 1-0 dal dischetto
Bugno fa 1-0 dal dischetto
NovaraEccellenza Girone A

Non capita spesso, a questi livelli, di assistere ad una gara che dopo poco più di un'ora segnali un divario così evidente nel risultato tra le due contendenti, segno ulteriori dell'unicità di un campionato che mette di fronte forze così diverse. L'Oleggio ci ha provato a resistere alla potenza di fuoco che è in grado di esprimere in questo momento l'RG Ticino, restando per tutto il primo tempo all'interno di una partita in cui il risultato, tuttavia, non è mai parso in bilico e ha sempre sorriso ai padroni di casa di Celestini, in vantaggio dopo pochi minuti di gioco. Ma il crollo fisico degli "orange" in avvio di ripresa ha accentuato la distanza con una squadra che, di fatto, non ha mai smesso di allenarsi, anche se individualmente, per tutto il periodo in cui è durato lo stop per la pandemia da Covid-19 facendo lievitare lo score fino all'umiliante 7-0 con cui i ticinesi hanno chiuso la contesa.

Gli schieramenti E a rinforzare l'evidente sensazione di una squadra che ha tutte le carte in regola per giocarsi fino in fondo il salto in Serie D interviene l'analisi pre-gara che mostra un RG Ticino sceso in campo con tante defezioni importanti, sia nel reparto difensivo dove risulta quasi totalmente assente la batteria dei titolari a disposizione di Celestini che nel reparto avanzato dove non è un dettaglio l'assenza di Niccolò Colombo, toccato duro nella sfida di mercoledì a Lucento e lasciato precauzionalmente a riposo. Anche se, alla fine, di queste assenze non se ne accorge proprio nessuno. Celestini un po' a sorpresa parte con lo schieramento a quattro in difesa arretrando di qualche metro la posizione di Ramponi e affida le chiavi del centrocampo al giovane Ogliari, autore di una prova di tutto rispetto, anche se l'uomo in più dello schieramento ticinese resta Scienza, guastatore tra mediana ed attacco che i cui movimenti risultano fin da subito mortiferi per la retroguardia oleggese. Roano a sua volta deve fare a meno del titolare Bastianelli, rosso nella prima sfida con il Borgovercelli, affidando la porta all'ancora acerbo Anastasi protagonista subito in avvio.

One man show Un avvio tremendo per gli ospiti che dopo poco più di 200 secondi subiscono il primo taglio profondo di Scienza che si presenta a tu per tu con Anastasi che non può far altro che stendere l'ex Stresa in uscita: dal dischetto si presenta capitan Bugno, portiere da una parte e palla dell'altra per l'1-0 che sarà solamente il primo dei sigilli del centrocampista che si dimostrerà infallibile dagli undici metri. L'Oleggio, che sceglie Prandini nel tridente d'attacco tenendo inizialmente Elca in panchina, deve riorganizzarsi per assorbire lo schiaffo inferto dagli avversari e solamente al 16' si fa vedere dalle parti di Baglieri con una ripartenza che permette a Casarotti di calciare dal limite, una conclusione sporcata che termina la sua corsa in calcio d'angolo. Al 23' ancora Scienza semina il panico nella difesa ospite, che nell'occasione perderà per infortunio anche capitan Sironi, ma la palla a rimorchio del fantasista viene sciupato da Malvestio che allarga troppo il piattone depositando fuori dallo specchio oleggese. Scienza è un iradiddio per la svagata retroguardia avversaria, al 29' da un suo traversone nasce l'incornata in rete di Rossi ma gli "orange" vengono salvati dalla bandierina dell'assistente che pesca il difensore ticinese in offside; lo scatenato trequartista prova allora a mettersi in proprio al 37' sfruttando la confusione al limite dell'area ospite e l'errata uscita del portiere ma il lob a porta praticamente spalancata termina incredibilmente sul fondo. Prima del riposo (44') una sventagliata di Gottardi premia l'ennesimo inserimento di Scienza che cerca una conclusione mancina che fa la barba al palo rimandando alla ripresa l'appuntamento con il gol del giocatore.

Pallottoliere Che arriva, puntuale, al 7' quando una carambola beffarda su cross al centro di Napoli permette a Scienza di anticipare Marianini ed infilare alle spalle di uno stavolta incolpevole Anastasi per il 2-0, anche se già al 2' l'attaccante ci aveva provato con un diagonale velenoso uscita di poco sul fondo. Il raddoppio è una mazzata per l'Oleggio che rischia la capitolazione definitiva al 9' quando Anastasi è bravo in uscita a murare la battuta del solito indiavolato Scienza; un crollo solo rimandato al 16' quando Marianini atterra ingenuamente Gibellini generando il secondo rigore di giornata che Bugno trasforma quasi in fotocopia rispetto alla prima realizzazione. Non c'è più partita, l'Oleggio esce dal campo e l'RG Ticino pascola piazzandosi in maniera continuativa nella trequarti avversaria, raccogliendo gol ad ogni conclusione in porta: al 18' Scienza vince con caparbietà l'opposizione di Marianini infilando il 4-0 sotto le gambe di Anastasi, al 21' la discesa poderosa di Ramponi si interrompe all'ingresso in area di rigore dove il giocatore impatta contro le gambe di Marianini per il terzo rigore che si tramuta nella tripletta di Bugno che pochi secondi dopo lascia il campo, al 24' partecipa alla festa del gol anche Gibellini che raccoglie un pallone respinta dalla traversa dopo la bella elevazione del positivo Rossi depositando con una pregevole rovesciata e la complicità di Anastasi il sesto pallone nella porta oleggese. L'RG Ticino pare sazio dalla goleada e rallenta le proprie operazioni rimanendo in controllo di una gara ormai abortita, al 31' ancora Gibellini spreca nel cuore dell'area piccola dopo aver resistito alla pressione di Barbaglia mandando fuori ma nel finale uno dei tanti 2003 messi in campo da Celestini, Riccardo Bellino, trova modo di mettersi in luce piombando come un falco sull'errato retropassaggio di Cremonte che tramuta nel 7-0 con un facile tocco dopo aver aggirato Anastasi, gol che chiude una partita a cui il direttore di gara pone fine senza concedere neanche un secondo di recupero.

RG TICINO-OLEGGIO 7-0

Reti: 5' Bugno rig., 7'st Scienza, 16'st Bugno rig., 18'st Scienza, 21'st Bugno rig., 24'st Gibellini, 42'st Bellino.

RG Ticino (4-1-4-1): Baglieri; Ramponi, Rossi, Gottardi, Napoli; Ogliari (35'st Mor); Riginelli (1'st Rosato), Malvestio (42'st Borrini), Scienza (38'st Gambacorta), Bugno (22'st Bellino); Gibellini. A disposizione: Cotardo, Mazzoni. All. Celestini.

Oleggio (4-3-3): Anastasi; Pici, Sironi (26' Sodero), Marianini (25'st Barbaglia), Cremonte; Casarotti, Botto Poala, Piraccini; Prandini (38'st Reinado), Cerutti (12'st Elca), Canton. A disposizione: Garavaglia, La Placa, Passarella. All. Roano (squalificato, in panchina Nicolini).

Arbitro: Giordani di Aprilia.

Note: Ammoniti Gibellini e Ramponi per l'RG Ticino, Canton, Botto Poala, Cremonte e Anastasi per l'Oleggio. 

Carmine Calabrese