Terremoto Sparta Novara, lascia il Ds Testa - I AM CALCIO NOVARA

Terremoto Sparta Novara, lascia il Ds Testa

Sandro Testa lascia la società
Sandro Testa lascia la società
NovaraPromozione

Lo scossone a livello dirigenziale che ha portato la Sparta Novara dalle mani del presidente uscente Roberto Bellardone a quelle di Battista Valenti, subentrato nella carica negli ultimi giorni, sta producendo effetti considerevoli anche a livello tecnico, con molte figure che cambieranno in vista della prossima stagione ed un progetto avviato che rischia già di chiudere i battenti.

Il primo a lasciare è il direttore sportivo Sandro Testa che, preso atto di un cambio di visione all'interno della nuova dirigenza, ha deciso di rimettere il proprio incarico senza tuttavia sbattere la porta, anzi così motivando la sua decisione: "Credo che in fase di cambiamento sia giusto lasciare a chi subentra la possibilità di portare le proprie idee e per questo è corretto che io faccia un passo indietro nonostante mi sia stato chiesto di continuare a lavorare per la Sparta. Ci tengo a ringraziare il presidente Bellardone con il quale ho avuto modo nel corso delle ultime stagioni di lavorare in maniera fattiva, il mio collaboratore più stretto Gianfranco Mazzitelli che mi ha affiancato nel lavoro di campo e il segretario Gaudenzio Montalenti, con il quale il rapporto è sempre stato proficuo e prezioso. Auguro alla Sparta di continuare sulla strada di crescita tracciata nelle ultime stagioni mentre, per quanto mi riguarda, credo sia giusto prendere in considerazione qualcuna delle tante offerte che negli ultimi anni ho sempre declinato per portare a termine il mio lavoro in bianconero".

Quello di Testa tuttavia potrebbe non essere l'unico addio in casa spartana dove all'orizzonte si delinea una situazione tecnica tutta da valutare: in forte bilico si troverebbe anche la posizione di Euplio Lo Russo, arrivato nel corso dell'ultima stagione voluto fortemente proprio da Testa che aveva scommesso su di lui, affidandogli una panchina importante come quella novarese dopo aver chiuso il capitolo-Zanardi, e che proprio per questo potrebbe seguire le sorti del Ds. Si parla con insistenza di un nuovo progetto tecnico che vedrebbe sulla panchina novarese un cavallo di ritorno come Glauco Ramazzotti, che proprio nel settore giovanile spartano ha raccolto grandi soddisfazioni negli anni passati.

Sicuramente anche la rosa dovrà essere rivista con alcuni giocatori di spicco, come Mario Blanda, che hanno già salutato per accasarsi altrove e una squadra che andrà ricostruita anche puntando forte sul settore giovanile, fiore all'occhiello di una società come quella spartana che ha sempre fatto del lavoro sui giovani uno dei suoi punti di forza.

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:SPARTA NOVARA Promozione