Tra scaramanzia e realismo - I AM CALCIO NOVARA

Tra scaramanzia e realismo

Il Novara non vuole avere scusanti
Il Novara non vuole avere scusanti
NovaraSerie D Girone A

Siamo rinati e la voglia di gridarlo al mondo intero è forte dentro i cuori azzurri. L’attualità ha la precedenza su tutto il resto ma faccio un passo indietro e spendo due righe sulla presentazione di settimana scorsa, c’era tanta gente ed entusiasmo genuino da parte del presidente, un atteggiamento che non può che far piacere al sottoscritto ma soprattutto a tutto l’ambiente Novara che arriva da mesi disastrosi sotto tutti i punti di vista. C’è tanto da lavorare, è ovvio e non devo certo essere io a sottolinearlo, non è ancora stato ufficializzato un giocatore al momento in cui scrivo e a dir la verità neanche il mister anche se Marchionni sta già lavorando con una parte della rosa; è arrivata la tanto sospirata ufficialità sull’iscrizione e sono stati composti i gironi e gli abbinamenti di coppa. Domenica il Novara dovrebbe scendere in campo contro RG Ticino, pensavo che agli azzurri fosse concesso il rinvio per la coppa ed invece vedremo il debutto della formazione azzurra in un test veramente poco indicativo dopo meno di una settimana di lavoro di una parte di gruppo totalmente nuovo, è lapalissiano che spero che il Novara vinca ma è troppo presto per poter sperare in qualcosa di buono, mi spiace perché una volta formata la squadra considero anche la coppa un obbiettivo della stagione novarese.

Passiamo al titolo di questo editoriale, lo spiego perché in tanti si stanno avventurando in pronostici e in valutazione tecniche senza aver mai visto una partita del girone A di serie D. Partiamo dall’ultimo anno, il livello è stato basso, il Gozzano, passatemi la battuta, ha provato a non vincere il campionato ma proprio non c’è riuscito; quindi va bene essere scaramantici ma un Novara che costruisce una formazione discreta vince il campionato senza troppi problemi, qui lo dico e non lo nego. Più articolato può essere il discorso che partiamo un mese dopo gli altri, che la formazione sarà completamente nuova e che sul mercato dovremmo essere bravi e fortunati perché in qualsiasi categoria i giocatori forti non arrivano a fine agosto/inizio settembre senza contratto. Il nostro direttore sportivo è atteso da un lavoro importante, dovrà essere bravo a prendere giocatori di categoria superiore rimasti senza contratto, convincerli a scendere nei dilettanti e valutare attentamente chi può essere funzionale alla nostra causa perché il rischio di essere un cimitero di elefanti è tangibile; per contro lo stimolo di arrivare in una piazza importante ed inedita per la serie D dovrebbe essere di stimolo a chi sposerà la nostra causa, se partiamo bene ripeto che non avremo problemi a vincere il campionato e a tornare nei professionisti.

Oltre ogni categoria,

Forza Novara!!!

Marco Dho

Leggi altre notizie:NOVARA FC Serie D Girone A