Marco Rigoni nuovo DT della Sparta Novara - I AM CALCIO NOVARA

Marco Rigoni nuovo DT della Sparta Novara

Rigoni entra a far parte della Sparta
Rigoni entra a far parte della Sparta
NovaraPromozione Girone A

Marco Rigoni è da anni un'icona calcistica a Novara, da quando con la squadra allenata da Attilio Tesser riuscì a conquistare una storica promozione in Serie A con gli azzurri, stagione 2010-11, risultando anche determinante nei play-off promozione per il salto nella massima serie. E a Novara Rigoni è sempre rimasto anche al termine della propria carriera, chiusa proprio con la casacca azzurra indosso, entrando in società in veste di dirigente addetto all'area marketing.

Gli eventi che quest'estate hanno però indotto il calcio novarese a perdere il professionismo e a ripartire, con altra società, dalla massima serie dei Dilettanti, hanno tagliato questo cordone ombelicale che teneva unito alla prima squadra cittadina l'ex centrocampista, che ha accettato di ripartire con un ruolo di prestigio rivolto al lavoro sui giovani dall'ambiziosa Sparta Novara, di cui è appena stato nominato Direttore Tecnico. Una nuova sfida per il neo dirigente bianconero, che potrà misurarsi con una società che da sempre mette al primo posto la crescita del proprio settore giovanile che conta numeri che nessuno può vantare sul territorio, con oltre 500 iscritti e il profondo legame con Juventus Youth, altro nodo che lega Rigoni alla sua nuova realtà essendo il giocatore nato calcisticamente proprio nel settore giovanile juventino.

"La mia è stata una scelta difficile e ponderata - commenta l'ex giocatore ufficializzando il suo ingresso nello staff bianconero - dopo tanti anni di amore incondizionato per la maglia del Novara. Dopo 25 anni di calcio professionistico ho l'opportunità di aiutare i giovani a diventare calciatori: per raggiungere questo obiettivo sono sicuro di aver scelto la società migliore per strutture e gestione dei ragazzi e delle loro famiglie. Ringrazio la dirigenza della Sparta, credo nella qualità di un progetto lungimirante e nei numeri che possono vantare Sparta e Academy, che parlano molto chiaro. Metterò anima e corpo per le centinaia di famiglie che gravitano attorno alle due società, il mio traguardo più grande sarà portare un ragazzino e la sua famiglia a calpestare l'erba dei professionisti e vedere tutta la città orgogliosa di avere uno stadio storico che produce ragazzi importanti".

Rigoni avrebbe potuto far parte della nuova squadra che ripartirà dalla Serie D, il Novara FC, ma ha scelto di partire da un livello più basso per lavorare davvero sul territorio in virtù dell'amore che prova per la città d'adozione. "Voglio ringraziare tutta la curva del Novara Calcio - chiude nel suo intervento - che sicuramente capirà la mia scelta. Voglio aiutare le famiglie del territorio ad avere un'opportunità calcistica per emergere, che è difficilissimo. Nel mio lavoro con la società spartana prenderemo solamente ragazzi del territorio e se qualcuno arriverà in alto sarà merito dell'aggregazione, dello spirito e della professionalità di questo club. Detto questo, tiferò sempre Novara e voglio rivederlo in alto, con a fianco una società che, sono sicuro, raggiungerà grandi traguardi".

Carmine Calabrese