Finisce in parità il big match di Eccellenza - I AM CALCIO NOVARA

Finisce in parità il big match di Eccellenza

Una fase del primo tempo
Una fase del primo tempo
NovaraEccellenza Girone A

Davanti a un “La Marmora” con una buona cornice di pubblico Biellese e Stresa impattano uno a uno nel match clou del girone A di eccellenza, un pareggio che non cambia la classifica che vede sempre i “lanieri” in testa con un punto di vantaggio sulla formazione di Rotolo, i risultati degli altri campi confermano che a meno di grosse sorprese sarà una corsa a due.

La Biellese ha controllato la maggior parte della partita e forse avrebbe meritato qualcosa in più, lo Stresa presentatosi con una rosa ridotta all’osso ha però avuto le sue occasioni per vincerla, in particolare la palla del due a zero un minuto dopo il vantaggio.

Due gol in tre minuti, e potevano essere tre… Primo tempo decisamente dai due volti, prima fase della Biellese, dopo la mezzora più Stresa; il primo squillo è di Panatti che non inquadra la porta al 7’; i bianconeri hanno tante potenziali occasioni che non concretizzano, gli ospiti sono lunghi e faticano a tessere trame di gioco interessanti, al 20’ azione insistita di Scienza che parte dalla destra e si accentra, bloccato dalla difesa serve Naamad su cui Barantani si supera con un super intervento con i piedi. Due tentativi da fuori area di Bonura sono il segnale di risveglio dello Stresa, il finale di tempo è scoppiettante, Secci viene fermato da Rainero ma sul prosieguo dell’azione l’attaccante ex Accademia Borgomanero non sbaglia sull’assist di Geno; lo svantaggio ha risvolti sulla Biellese che rischia un minuto dopo lo zero a uno di subire il raddoppio, bravo Rainero su Bonura ma il trequartista di Rotolo poteva fare meglio a due passi dalla porta. Lo scampato pericolo ridà coraggio ai padroni di casa che pareggiano prima dell’intervallo con Panatti al termine di una pregevole azione corale, si va alla pausa sull’uno a uno.

Tre occasioni enormi ma il risultato non cambia più Ripresa giocata su ritmi bassi con le due formazioni lunghissime, a trarne beneficio è la Biellese anche se rischia al 9’ quando una punizione di Frascoia viene respinta da Rainero sui piedi di Geno che non inquadra lo specchio della porta vuoto per l’uscita dell’estremo di casa. Al 12’ grande palla gol per Naamad il cui pallonetto supera Barantani ma termina di un soffio fuori strozzando in gola l’urlo del “La Marmora”. Dopo una fase di stanca due nuovi entrati della Biellese confezionano il match point, Latta serve Artiglia che riconsegna la sfera all’attaccante ex Oleggio che incredibilmente per un bomber di razza come lui calcia fuori; finale al piccolo trotto, brivido per un gol annullato a Moia per posizione di fuorigioco al 41’.

BIELLESE-STRESA 1-1

Marcatori: 39’Secci (S), 42’Panatti (B).

La Biellese (4-2-3-1): Rainero; Facchetti, Villanova, Schettino, Ruatto; Gila (39’st Zaffiro), Agnesina (35’st Mazzucco); Scienza (16’st Artiglia), Panatti, Naamad (43’st Messina); Mastaj (13’st Latta). A disposizione: Vallacchi, Tomasino, Fontana, Botto Poala. All. Rizzo.

Stresa (4-3-1-2): Barantani; Scibetta, Moia, Manfroni, Bellocci; Geno, Frascoia, Perini; Bonura (38’st Venco); Zenga (47’st Cattaneo), Secci. A disposizione: Bruno, Mastromarino, Salice, Tondini, Pinton. All. Rotolo.

Arbitro: Zammarchi di Cesena.

Note: Corner 2-2. Ammoniti Facchetti, Artiglia e Schettino per La Biellese, Zenga e Cattaneo per lo Stresa. Spettatori 500ca.

Marco Dho

Leggi altre notizie:STRESA BIELLESE Eccellenza Girone A