L'analisi di Molinaro: "Vincere queste gare rappresenta la crescita" - I AM CALCIO NOVARA

L'analisi di Molinaro: "Vincere queste gare rappresenta la crescita"

Giuseppe Molinaro, Accademia Borgomanero
Giuseppe Molinaro, Accademia Borgomanero
NovaraEccellenza Girone A

Puntava molto su un positivo ritorno in campo l'Accademia Borgomanero, che contro La Pianese cercava quei punti necessari per consolidare la propria posizione in zona playoff. E' arrivata invece una sconfitta molto legata agli episodi della gara, a cui i borgomaneresi di Giuseppe Molinaro non hanno saputo dare la giusta direzione incamerando una sconfitta che in qualche modo frena le ambizioni agognine: "E' un risultato negativo - commenta il tecnico novarese - che arriva al termine di una gara ben interpretata dalla squadra, perché non era facile giocare contro una formazione che badava essenzialmente a difendersi e che per questo ci ha creato non poche difficoltà nell'occupazione degli spazi per trovare la via del gol. Resta un profondo rammarico perché il risultato è frutto di nostri errori, in quanto anche il gol segnato dai nostri avversari può essere considerato un nostro infortunio: interrompiamo una scia che volevamo proseguisse anche in questa partita, per questo ci siamo allenati nelle ultime settimane, ma se non portiamo a casa niente dobbiamo batterci il petto perché l'80 per cento di quello che è successo nella partita è merito e demerito nostro".

Una serie di errori, quelli commessi dai rossoblu, che tuttavia non preoccupano il tecnico perché non frutto di errata interpretazione a livello tattico ma di scelte singole: "Dobbiamo stare attenti a scegliere le giocate giuste per il momento in cui queste si presentano perché sbagliare ti porta poi a pagare un conto salato come successo contro La Pianese. Prima della partita ho parlato con i ragazzi dicendo loro di averli trovati pronti per giocare al meglio questa partita e credo anche che in campo si sia visto, anche se abbiamo concretizzato poco per l'atteggiamento dei nostri avversari che sono stati bravi a chiudere quasi tutti gli spazi: i rigori erano le nostre occasioni per sbloccare il risultato, non siamo stati bravi a sfruttarli e per questo non possiamo recriminare contro nessuno".

Sul fronte mercato l'Accademia si è mossa in maniera minimalista, andando ad inserire quelle pedine che servivano al tecnico per puntellare alcune posizioni in campo. Una scelta dettata dal consapevolezza di aver costruito già in estate una rosa adatta per le ambizioni odierne della società: "Avevamo alcune necessità tra cui quella di aumentare quello che è il bagaglio offensivo della squadra e lì il Direttore Turino è intervenuto; noi siamo contenti di quello che è arrivato e anche di aver mantenuto la squadra quasi integralmente rispetto a quella che era prima della finestra di mercato. Sappiamo che il cammino per arrivare ad allungare la stagione, ossia a conquistare i playoff, è lungo e lastricato di difficoltà e bisogna passare anche da queste gare: la crescita sarà quella di venir fuori da queste partite con i tre punti. Nel girone di ritorno le partite non tornano più e abbiamo quindi perso la possibilità di guadagnare ulteriori tre punti; inutile però rimuginare, testa alla prossima e vedremo di recuperare già da domenica".

Carmine Calabrese