Girone A, finale playoff: il Momo vola al quadrangolare promozione - I AM CALCIO NOVARA

Girone A, finale playoff: il Momo vola al quadrangolare promozione

Rovente il tifo che accompagna la sfida
Rovente il tifo che accompagna la sfida
NovaraPrima Categoria Girone A

Sono forse stati i supplementari più emozionanti dell'anno, quelli giocati da Momo Virtus Villadossola nella sfida che avrebbe decretato la vincente dei playoff del girone A di Prima categoria, consegnando il pass che spedisce direttamente alla seconda fase a livello regionale con vista sul prossimo campionato di Promozione. Dopo una gara molto tirata dal punto di vista nervoso con le due squadre attente a non scoprirsi troppo, l'extra-time ha sciolto gli ormeggi con gli ossolani consapevoli che avrebbero dovuto giocarsi il tutto per tutto e i novaresi bravi a colpire in contropiede negli spazi lasciati, che non ha però evitato agli ospiti di poter scrivere l'ultima parola che avrebbe completamente ribaltato l'esito della sfida. A passare è però il Momo, che ha tenuto fede ad un pronostico che lo vedeva, come poi in effetti è stato, qualificato anche con un pareggio al termine dei tempi supplementari. Ma il sapore della sfida resta, così come gli applausi che vanno tributati a vincitori e sconfitti che hanno saputo scrivere una bella pagina di calcio dilettantistico.

Gara in discesa In una cornice di pubblico che ha animato la gara anche sugli spalti, la fase di studio iniziale di quella che è una gara cruciale per il cammino delle due formazioni dura più di quello che sarebbe stato lecito attendersi. Miserotti si schiera con l'ormai abituale 4-2-3-1 in cui il peso dell'attacco viene retto da Grieco, attorno al quale ruotano Bouzida, Abello e Jatta, alternativamente chiamati a supporto; Massoni deve invece far fronte ai problemi di schieramento che pesano sulle spalle del Virtus Villa da ormai diverse settimane e tocca a Martinella prendere posto al centro della difesa accanto all'eroe di semifinale Giorgetti, con Primatesta riferimento avanzato di un attacco a tre in cui giostrano sugli esterni Zampini e Mattia Moggio. Ci si attendeva un Virtus Villa che, provato dai 120' di domenica, scegliesse di partire forte per portare dalla propria parte la sfida ma nella prima mezz'ora, o almeno fino al gol del vantaggio dei padroni di casa, sono scaramucce quelle create nei pressi di Rampinelli dalla formazione ospite, prima con un velenoso rasoterra di Zampini che il portiere locale, coperto, vede all'ultimo e accompagna in angolo (15') e poi con un cross di Ghidini che, mancato dallo stesso Zampini, sbatte praticamente addosso a Primatesta che quasi inconsapevolmente per poco non infila la porta del Momo. Al primo vero affondo però i novaresi passano e la gara per i biancorossi diventa in discesa: il tiro al 26' è di Bouzida, la difesa ossolana si oppone ma sulla palla si avventa Grieco che controlla e in diagonale non concede chance a Romani. Il gol subito è una doccia gelata per la formazione di Massoni che sente il peso della gara di domenica e fatica a reagire consentendo al Momo di controllare agevolmente e di ripartire in maniera ficcante con Bouzida che al 42', lanciato in campo aperto, supera anche Romani ma viene fermato da un fuorigioco che lascia qualche dubbio. Al 44' è sempre il fantasista di casa a creare il panico con un esterno che taglia tutta l'area di rigore senza che nessuno riesca a ribadire in rete poi nel recupero del primo tempo Valci di prova dal limite suonando la carica per il Villa ma la conclusione centrale è facile preda di Rampinelli.

Reazione di nervi Il vantaggio trovato nella prima frazione è quanto di meglio si sarebbe potuto augurare il Momo che gioca sul velluto anche nel secondo tempo, peccando però in cattiveria nel momento di rifinire le azioni che avrebbe potuto rendere più ampio il margine con un avversario messo all'angolo. Già al 2' Grieco arriva con i tempi giusti sul traversone di Gualini con uno stacco bello dal punto di vista stilistico ma carente di potenza che genera una palla schiacciata ma quasi inoffensiva per Romani. Al 19' Jatta si auto-lancia nello spazio servendo un pallone preciso per Bouzida che calcia quasi a botta sicura trovando il muro di Giorgetti ad impedirgli la via della rete poi lo stesso Jatta fa tutto bene seminando avversari per trovarsi a tu per tu con Romani ma qui sbaglia la scelta, cercando un improvvido pallonetto fuori misura invece di servire il liberissimo e appena entrato Scalvini che avrebbe potuto comodamente scrivere la parola fine sulla partita. Le tante occasioni fallite tengono vivo il Virtus Villa che cova come un incendio nascosto sotto la cenere; al 23' Ghidini scodella in area per Primatesta che veste i panni dell'assist man cercando un compagno che non c'è e trovando la difesa novarese pronta a liberare, al 29' il bomber ospite calcia dalla distanza con potenza ma Rampinelli si distende in presa sicura. Massoni ha poche carte in mano da giocarsi e sceglie Ferrari per presentare un attacco a quattro bocche che diventa il mezzo con cui il Virtus Villa con orgoglio riprende una partita che sembrava segnata, trovando al 38' la rete che vale il pareggio: Piana, colpevolmente dimenticato dagli avversari, sprinta sulla destra trovando terreno fertile per una discesa conclusa da un lob che mette in difficoltà la difesa di casa che libera servendo però Primatesta che non si fa pregare per depositare in rete il pallone che manda incredibilmente la sfida ai supplementari.

Senza respiro E qui comincia un'altra partita, con i nervi che si tendono ulteriormente generando polemiche quasi ad ogni contatto. L'inerzia della sfida pare essere passata dalla parte degli ossolani che hanno però l'onere non indifferente di dover segnare ancora per passare il turno. Al fischio d'avvio Bianco prova subito a mettere in chiaro le cose ma la sua conclusione esce di parecchi metri dallo specchio difeso da Romani; risponde al 3' Valci che sceglie la potenza ma non inganna Rampinelli che arriva sulla sfera. Si ha però la sensazione che qualcosa debba succedere e allo scadere del primo tempo Jatta mette il turbo, buca la difesa ospite sul fronte sinistro e si fa stendere in area da Romani concedendo a Bianco la chance di mandare avanti il Momo dagli undici metri: detto e fatto, palla da una parte, portiere dall'altra e gara in ghiaccio. Cala il sipario? Neanche per sogno perché al ritorno in campo la difesa novarese lascia troppo spazio ad Alex Moggio che calcia andando a baciare il palo con una conclusione che riapre nuovamente la sfida (4'). Che diventa surreale al 9' quando Mattia Moggio si incunea in area dove viene toccato da Cupia finendo al tappeto: La Luna indica il dischetto e il Virtus Villa ha l'occasione che non ti aspetti con Primatesta, che si fa però ipnotizzare da Rampinelli che vola ad opporsi alla conclusione non troppo angolata dell'attaccante sventando la minaccia. Il "Comunale" è ora una bolgia, Jatta e Alex Moggio a contatto generano scintille e il direttore di gara all'11' manda entrambi sotto la doccia anzitempo. Gli ospiti però non hanno più la forza di costruire ulteriori azioni, il Momo esce indenne anche dal recupero-monstre di quattro minuti e può festeggiare l'approdo alla fase regionale dei playoff di Prima categoria dove avrà il 50% di possibilità di strappare il pass per la prossima Promozione sfidando Junior Pontestura, Colleretto Pedanea e PSG.

MOMO-VIRTUS VILLADOSSOLA 2-2 d.t.s.

Reti: 26' Grieco (M); 38'st Primatesta (V); 15'pts Bianco rig. (M); 4'sts A. Moggio (V).

Momo (4-2-3-1): Rampinelli; Gualini (1'pts Mastroianni), Cupia, Baroni, Simone; Ganci (28'st Marangon), Bianco; Abello (3'sts Zouaoui), Bouzida (12'sts Gramoni), Jatta; Grieco (14'st Scalvini). A disposizione: Lazzarin, Fusé, Carettoni, Leva. All. Miserotti.

Virtus Villadossola (4-3-3): Romani; Piana (1'pts Savoia), Giorgetti, Martinella, Akhtiankin (8'sts Marta); Guerra, Valci, Ghidini (31'st Ferrari); Zampini (9'pts A. Moggio), Primatesta, M. Moggio. A disposizione: Ghignone, Barba. All. Massoni.

Arbitro: La Luna di Collegno.

Note: Espulsi all'11'sts Jatta (M) e A. Moggio (V) per reciproche scorrettezze. Ammoniti Bouzida e Baroni per il Momo, M. Moggio, Guerra, Primatesta e Marta per il Virtus Villadossola. Al 9'sts Primatesta (V) si fa parare un calcio di rigore.

Carmine Calabrese

Prima Categoria Girone A

ClassificaRisultatiStatistiche