La Pernatese agguanta la Prima con un gol in pieno recupero - I AM CALCIO NOVARA

La Pernatese agguanta la Prima con un gol in pieno recupero

La festa novarese per il gol di Raia
La festa novarese per il gol di Raia
NovaraSeconda Categoria

Un'altra promozione per la Pernatese, la seconda consecutiva se escludiamo le due stagioni non completate a causa della pandemia da Covid-19, che ha portato la compagine novarese a conquistare la Prima categoria partendo dalla Terza con la particolarità di concretizzare il salto di categoria sempre passando attraverso i playoff, sinonimo di carattere e voglia di emergere. Quella conquistata a Livorno Ferraris giunge però dopo un'autentica maratona, culminata a fine giugno con la vittoria del quadrangolare della seconda fase dei playoff dopo oltre un mese di sfide, con la parola finale scritta in pieno recupero quando ormai il sogno sembrava svanito. Sarebbe stato difficile immaginare uno scenario più avvincente che nel corso di 45 e più minuti di gioco, quelli del secondo tempo delle sfide incrociate di Livorno Ferraris e Recetto, dove era di scena la Dinamo Bagnella, ha più volte visto passare la qualificazione dall'uno all'altro campo a seconda del risultato rendendo quasi drammatici i minuti finali. Nonostante l'evidente sconfitta va reso onore all'Olympic Collegno che ha giocato la propria partita senza concedere nulla, anzi mettendo a rischio più volte l'agognato passaggio di categoria a cui guardavano i granata novaresi, divisi tra gli occhi sul campo e le orecchie comprensibilmente rivolte alle notizie che si susseguivano da Recetto.

I giochi sembrano fatti Che Pernatese e Bagnella avrebbero vinto i rispettivi incontri erano in pochi a non pensarlo. Diventava quindi fondamentale "conteggiare" le reti che sarebbe state segnate perché proprio sulla differenza reti di sarebbe probabilmente deciso il passaggio in Prima categoria. La Pernatese partiva da una posizione di minimo vantaggio, un gol in più rispetto agli avversari indiretti, ma il primo obiettivo per la formazione novarese era quello di sbloccare al più presto la gara. Anche per questo la squadra, che rinuncia inizialmente alla presenza di Soncini, parte a spron battuto obbligando i torinesi a proteggere la propria trequarti: al 5' Baronchelli ci prova in acrobazia colpendo di tacco con Scarcelli che si protegga allungando oltre la traversa, al 15' è Lopresti a raccogliere l'assist di Venegoni sparacchiato però lontano dallo specchio del Collegno. Al 19' ancora Baronchelli sciupa calciando sul fondo da ottima posizione dopo la torre di Barbero ma l'attaccante si fa perdonare al 23' quando è lesto a raccogliere una corta respinta di Scarcelli su tiro radente di Bushaj e a depositare in rete il facile tap-in. Stappato il risultato, la gara sembra in discesa per i novaresi che controllano agevolmente le iniziative dei torinesi, praticamente mai al tiro, per ripresentarsi nel finale di tempo dalle parti di Scarcelli prima con il solito Baronchelli che si gira in area ma, sbilanciato, non trova la porta (41') e poi con un bellissimo triangolo stretto tra Raia e Lopresti che libera al tiro l'attaccante che manda il pallone a baciare il palo prima di entrare in rete per il raddoppio. E' il 42' e da Recetto arriva la notizia che mette in cassaforte la promozione, con il Bagnella al riposo sul 2-2 e fortemente impegnato dalla Junior Torrazza.

Montagne russe Una sensazione resa ancora più forte dall'avvio di ripresa quando, dopo la prima semplice parata di Galli che aspetta al centro della porta la comoda punizione di Lionello dal limite (2'), si concretizza lo 0-3 propiziato ancora da un filtrante visionario di Lopresti che premia il taglio di Foscarino che ha gioco facile nello scoccare il diagonale vincente. A Recetto però cambia tutto perché in pochi minuti il Bagnella si porta fino al 7-2 e il salto in Prima categoria diventa appannaggio dei cusiani con la Pernatese che, nel tentativo di arrotondare il proprio vantaggio, getta nella mischia Fittipaldi e Soncini che diventeranno poi le mosse decisive per conquistare il salto di categoria. Con i novaresi sbilanciati però l'Olympic Collegno prova a pungere e il neo entrato Pasquarelli per poco non sorprende la sfilacciata difesa pernatese (22'); Recetto e Livorno Ferraris sono unite da un filo invisibile e quasi in contemporanea arrivano prima la rete del 7-3 del Torrazza e poi il contestatissimo, da parte dei torinesi, 0-4 di Fittipaldi che parte sul filo del fuorigioco per superare Scarcelli con un perfetto pallonetto, riportando la qualficazione dalla parte dei novaresi e con il Collegno che resta in inferiorità numerica per le veementi proteste che portano al rosso di Omizzolo, che lamentava l'offside di partenza dell'attaccante della Pernatese. Non è finita però, perché a Recetto si susseguono pali e traverse da una parte e dall'altra, con Scavazza che poco prima del 90' trova l'8-3 che rimanda in paradiso il Bagnella. A Livorno Ferraris invece è il volo di Scarcelli a negare il gol su punizione a Soncini (39') poco prima che Angelé, con un intervento da codice penale, lasci il Collegno addirittura in nove uomini; la doppia superiorità numerica non basta però alla Pernatese che, affaticata, fatica a sfondare ma quando tutto sembrava perso ecco il colpo decisivo al secondo dei cinque minuti di recupero concessi da Belkhaoua, con Soncini che libera il piattone del pokerissimo. Non si gioca praticamente più e quando da Recetto arriva la notizia del finale, in anticipo di circa un minuto sul triplice fischio di Livorno Ferraris, la festa pernatese parte già ed esplode a gara terminata, quando diventa ufficiale il passaggio dei novaresi in Prima categoria.

OLYMPIC COLLEGNO-PERNATESE 0-5

Reti: 23' Baronchelli, 42' Raia; 4'st Foscarino, 29'st Fittipaldi, 47'st Soncini.

Olympic Collegno (4-2-3-1): Scarcelli; Ponte, Cariglia (22'st Angelè), L. Oculè, D'Agostino; Perino, Omizzolo; G. Terrano (1'st Quarello), Lionello, Fochi; Petrarota (14'st Pasquarelli). A disposizione: Ortale, Vecchiarino, Bardella, F. Oculè, Licitra, Guidetti. All. R. Terrano.

Pernatese (4-2-3-1): Galli; Fiorucci, Andorno, Baldi, Venegoni (43'st Masi); Foscarino (13'st Fittipaldi), Barbero; Bushaj (13'st Soncini), Lopresti (22'st Zaccone), Baronchelli; Raia. A disposizione: Vagnati, Lena, Gasparo. All. Soncini.

Arbitro: Belkhaoua di Ivrea.

Note: Espulsi al 30'st Omizzolo per proteste e al 41'st Angelé per gioco violento, entrambi dell'Olympic Collegno. Ammoniti Fochi, Scarcelli e Pasquarelli per l'Olympic Collegno, Masi per la Pernatese. La gara è stata disputata in campo neutro al "Bigando" di Livorno Ferraris.

Carmine Calabrese