Il Cameri si presenta: "Vogliamo porci obiettivi ambiziosi" - I AM CALCIO NOVARA

Il Cameri si presenta: "Vogliamo porci obiettivi ambiziosi"

I nuovi arrivi del Cameri
I nuovi arrivi del Cameri
NovaraPrima Categoria

Viene da una stagione vincente il Cameri che, con la vittoria nel girone B di Seconda categoria, si è guadagnato a pieno diritto il ritorno in una Prima che dal "Paggi" mancava ormai da qualche anno. Per affrontare il nuovo campionato la società nerazzurra, dopo aver confermato in panchina Davide Fallarini, ha lavorato sulla struttura della rosa che aveva bisogno di pochi ma incisivi inserimenti. Tra questi, il ritorno a Cameri di Valerio Petrone che lascia il Bulé per cominciare questa nuova avventura al fianco di Luciano Carfora, arrivato dai "rivali" stagionali della Pro Novara; a loro si sono aggiunti l'attaccante Mirko Domenichini in entrata dal Robbio e il portiere Alessandro Testa, prelevato dal San Giacomo per prendere il posto di Mazziotti che ha deciso di chiudere dopo la trionfale stagione conclusa nel mese di maggio.

"Nei ragionamenti siamo partiti dal valutare il gruppo dell'anno scorso - commenta mister Fallarini - a cui va dato il merito di aver vinto uno dei campionati più difficili degli ultimi anni. L'obiettivo primario era quindi il consolidamento di questo gruppo a cui sono seguiti la conferma della maggior parte dei giocatori, a cui abbiamo poi aggiunto qualche pedina importante per tassellare una squadra che possa fare bene anche in Prima categoria. Petrone e Carfora sono due giocatori che posso alzare il livello generale della rosa mentre Domenichini è un giovane che potrà crescere tanto con noi così come Testa, che sostituirà Mazziotti che si dedicherà esclusivamente ad allenare la juniores".

C'è ambizione a Cameri perché dalle parole del tecnico, che riporta le impressioni di una società che vuole scalare ulteriori posizioni, traspare la voglia di non essere comprimari nel prossimo campionato ma piuttosto una squadra da cui tutti si devono guardare: "Com'è giusto che sia la società non vuole limitarsi semplicemente a mantenere la categoria ma si sta strutturando per puntare a qualcosa di più; la mia filosofia è quella di lavorare fino al periodo di marzo senza guardare troppo la classifica per poi capire allora dove ci troveremo e per quali obiettivi potremo competere. Certo, sarebbe bello poter crescere a tal punto da potersi giocare un posto nei playoff ma dobbiamo darci degli obiettivi nel breve periodo per raggiungerli passo dopo passo e costruire la nostra stagione. Importante sarà partire con il piede giusto per non doversi trovare a rincorrere strada facendo".

Fallarini è un tecnico che conosce e ha già bazzicato la Prima categoria per cui ha ben chiaro cosa attendersi dal prossimo campionato e se le forze di cui dispone al momento il Cameri siano abbastanza per frequentarlo: "Penso che il nostro mercato sia chiuso, nel senso che abbiamo inserito i giocatori che ci servivano all'interno del nostro gruppo, ma la società ha lasciato aperto uno spiraglio che potrebbe aprirsi nel caso si dovesse presentare l'occasione di prendere un giocatore che sposti in alto l'asticella del valore della nostra squadra. Questo perché la Prima che ci troveremo ad affrontare sarà un campionato livellato, diverso da quello della scorsa stagione in cui c'erano delle squadre evidentemente più forti del resto del gruppo e che hanno fatto subito il vuoto. Noi dovremo essere bravi a fare gruppo in tutte le nostre componenti come successo nella scorsa stagione, quando società e staff tecnico hanno lavorato molto bene insieme nel compiere le scelte giuste sui giocatori che dal canto loro hanno saputo creare subito gruppo all'interno dello spogliatoio, un gruppo che ha saputo fare la differenza e che io in tanti anni anche da giocatore non ho mai trovato. C'è stata unione d'intenti e questo è merito di tutti i reparti che componevano la squadra, dal magazziniere al mio secondo fino a tutta la società e vorrei citare per tutti Ciro Poli e Giovanni Serra che sono stati sempre vicini alla squadra".

Il Cameri comincerà a lavorare a partire da domenica 21 agosto per farsi trovare pronto all'inizio della stagione, che comincerà con la Coppa Piemonte di Prima categoria a cui tutti tengono molto e a cui la società ha già accennato di volersi iscrivere per avere un secondo obiettivo da porsi parallelamente al campionato.

Carmine Calabrese