Fittipaldi torna al Rmantin: "Un sogno raggiungere i 200 gol qui" - I AM CALCIO NOVARA

Fittipaldi torna al Rmantin: "Un sogno raggiungere i 200 gol qui"

Fittipaldi con il Ds Finazzi
Fittipaldi con il Ds Finazzi
NovaraSeconda Categoria

Resta un po' di delusione per non essersi potuto giocare una Prima categoria che aveva conquistato sul campo, ma Luca Fittipaldi è riuscito a lenire questa ferita tornando a casa, a quel Rmantin in cui ha consumato forse la parte più importante e corposa della sua parabola calcistica, condita da oltre 100 gol (119 per la precisione, oltre il 60% dei 186 segnati in carriera). Un ritorno alle origini che è quasi un dire grazie per tutto ciò che quei colori hanno rappresentato per lui ma non una destinazione per svernare e spendere gli ultimi spiccioli di campo, anzi un mezzo per raggiungere gli obiettivi che l'attaccante ha ancora ben chiari davanti a sè.

Pernate e la Pernatese rappresentano un ricordo ancora troppo fresco per non partire da lì a raccontarsi: "Mi sarebbe piaciuto giocarmi le mie possibilità in Prima categoria, conquistata con tanti sacrifici in una battaglia così lunga come quella che abbiamo vissuto nell'ultima stagione, per cui lascio la Pernatese un po' a malincuore però allo stesso tempo è bello chiudere con una gioia così grande come la promozione ottenuta in qusta maniera. Sapevo che non avrei avuto molto spazio come è successo anche quest'anno ma quando uno è consapevole del proprio ruolo lo vive senza troppi problemi, anzi mi ero calato bene nella parte perché tra campionato, Coppa e playoff anche quest'anno sono arrivati 13 gol che rappresentano un buon bottino per chi è spesso chiamato ad entrare dalla panchina. Non posso che dirmi soddisfatto di queste stagioni vissute alla Pernatese, sono contento per aver contribuito a scrivere questo pezzettino di storia della società che ringrazio oltre ad Anversa che mi ha portato lì e mi ha permesso di raggiungere assieme a loro gli obiettivi che ci eravamo prefissati".

Il Rmantin è però parte della vita calcistica di Fittipaldi che è tutt'ora il miglior marcatore della giovane storia della società arancioverde. Non poteva che esserci approdo migliore per rivivere un'altra stagione di Seconda: "Ho ancora tanti obiettivi anche se purtroppo gli anni avanzano e la carta d'identità parla chiaro. Penso però di poter disputare ancora almeno un paio di stagioni a buon livello perché ho imparato a gestirmi pur avendo qualche problemino e davanti a me ho i 200 gol in carriera che vorrei raggiungere: al momento me ne mancherebbero 14, sarebbe bello arrivarci con la squadra con cui di fatto è partito tutto. Sono felice che la società e il Ds Finazzi in particolare abbiano pensato a me, voglio dare il mio contributo anche per provare a raggiungere qualche obiettivo di squadra con la società del mio paese: sarebbe una ciliegina sulla torta che renderebbe ancora più bella la mia carriera per cui devo ringraziare anche la mia compagna, Alessandra, che mi sopporta e mi consente di trovare ancora lo spazio e il tempo per inseguire la mia passione".

Squadra giovane, il Rmantin che cercherà di bissare il buon campionato della scorsa stagione, passato di mano da Grigatti, che ha fatto il percorso inverso a quello compiuto da Fittipaldi andando ad allenare la Pernatese in Prima, a Federico Negri che ritorna sulla panchina di una prima squadra che mancava dai tempi della Sim Garbagna e dopo una lunga trafila nel mondo giovanile: "Sono molto fiducioso sia nel gruppo - l'investitura di Fittipaldi - che nell'ambiente che conosco molto bene. Sarà un Rmantin che non farà mistero di porter ambire a qualcosa di più importante rispetto a quanto fatto negli ultimi anni e le potenzialità ci sono in un ambiente che però non presenta pressioni di sorta. I miei gol? Speriamo che siano il mezzo per arrivare agli obiettivi che la società sogna".

Carmine Calabrese