Morosini si presenta: "Dobbiamo far innamorare Maggiora della squadra" - I AM CALCIO NOVARA

Morosini si presenta: "Dobbiamo far innamorare Maggiora della squadra"

Morosini con Bigi e Annichini
Morosini con Bigi e Annichini
NovaraTerza Categoria

Il Maggiora coltiva ambizioni di vertice per la prossima stagione, un campionato di Terza categoria che nell'idea della dirigenza novarese dovrà riportare la squadra laddove è stata nelle ultime annate, ossia ad incrociare i tacchetti con le squadre di Seconda. Per guidare quella che si presenta una formazione solida ancorché prfondamente rinnovata e quindi tutta da scoprire è stato chiamato Marco Morosini, a conferma della voglia di far bene di tutto l'ambiente: "Mi calo in questa nuova avventura con soddisfazione - le prime parole del nuovo tecnico - perché la società ha dimostrato di volermi fortemente e ciò mi inorgoglisce enormemente. Arrivo in una società ben strutturata e penso che si possa fare una buona stagione, spero anche importante, perché ci sono i presupposti per inseguire un alto obiettivo; buona parte del gruppo lo conosco per averlo già allenato a Varallo Pombia lo scorso anno, in più sono rimasti giocatori sicuramente validi ed arriverà probabilmente anche qualcun altro grazie al lavoro del Direttore Sportivo Bigi. Dove arriveremo? E' sempre difficile dirlo all'inizio della stagione, in alcuni casi porta anche male, ma sappiamo di avere le potenzialità per andarcela a giocare su tutti i campi portando alto il nome del Maggiora anche per riportare al campo tanta gente a sostenere la squadra del proprio paese perché giocare davanti ad un pubblico numeroso fa sempre piacere".

Precisa scelta della società è stata quella di rinnovare completamente la rosa della squadra per affidare a Morosini un gruppo che potrebbe anche aver bisogno di qualche settimana per trovare la giusta alchimia: "Dovremo limitare al massimo questo periodo di assestamento, magari completandolo già durante il periodo della preparazione. E' importante che i ragazzi, che vengono da estrazioni diverse, facciano subito gruppo all'interno dello spogliatoio e diventino presto una squadra perché questo aspetto diventa importante all'interno di una stagione e può incidere anche a livello di classifica. Sono contento che tanti ragazzi mi abbiano voluto seguire dal Varallo e Pombia perché significa che hanno apprezzato me come persona e il lavoro che abbiamo fatto insieme, ma confido molto anche nei ragazzi del Maggiora rimasti dalla scorsa stagione perché vedo in loro la voglia di riscattare un'annata che purtroppo non è andata come avrebbero voluto mentre con gli altri nuovi ci conosceremo bene sul campo per essere pronti già da subito a dire la nostra in quanto già nello scorsa stagione ho avuto mio malgrado la conferma che i punti persi in avvio di campionato diventano difficilissimi da recuperare strada facendo, soprattutto se le squadre resteranno poche come nello scorso campionato".

In ballo per il Maggiora in questa stagione ci sarà anche l'impegno di Coppa, che costringerà mister Morosini a programmare in maniera anticipata l'avvio dei lavori sul campo: "L'idea è quella di cominciare il 20 di agosto, che se non sbaglio cadrà di sabato, non solo per arrivare preparati ai primi impegni tra i quali ci sarà la Coppa ma anche per unire un gruppo che avrà bisogno di lavorare tanto insieme. Chi mi conosce sa che a me non piace solo partecipare ma presentare una squadra che possa essere protagonista: ho chiesto alla società di costruire una rosa con ragazzi validi dal punto di vista calcistico ma che al tempo stesso abbiano voglia di fare, che coltivino ambizioni e riscatto, lasciando da parte la presunzione per calarsi nell'umiltà di chi sa che dovrà lavorare tanto per fare bene. E' vero, forse cominceremo presto rispetto alle altre squadre di Terza ma questo periodo ci servirà proprio per scoprire come dovrà essere il nuovo Maggiora".

Carmine Calabrese