Sporting Trecate, una crescita costante per una Terza ambiziosa - I AM CALCIO NOVARA

Sporting Trecate, una crescita costante per una Terza ambiziosa

Zaccaria Maglione, uno dei nuovi arrivi
Zaccaria Maglione, uno dei nuovi arrivi
NovaraTerza Categoria Novara

Quella che andrà ad incominciare sarà la quarta stagione da quando ha visto la luce lo Sporting Trecate, iscrittosi alla Terza categoria per la prima volta nel 2019-20, in pieno periodo Covid. Nato come costola della prima squadra trecatese ma sempre con una propria identità ben definita, per la seconda squadra di Trecate è forse venuto il momento di fare un passo ulteriore e di provare veramente a competere fino in fondo per raggiungere il salto di categoria.

Un cambio di orizzonti che ha un nome e un cognome, quello di Marco Maglione che da poche settimane è il nuovo Direttore Sportivo della formazione biancorossa; un arrivo che ha portato una ventata di freschezza oltre alla sensazione di essere veramente pronti per alzare l'asticella delle ambizioni. "Conosco tutti a Trecate per i miei passati da calciatore - confessa Maglione - e le persone che guidano lo Sporting sono degne di fiducia e soprattutto nutrono l'ambizione di salire di un livello. Queste sono le sfide che mi piacciono perché sono uno a cui non è mai piaciuto perdere per cui quando mi hanno chiamato mi sono messo subito a disposizione e grazie alle molte conoscenze che ho maturato nel calcio sono riuscito a portare sette giocatori che formeranno l'ossatura della nuova squadra e che credo possano veramente traghettare lo Sporting verso un campionato che potrebbe essere vincente anche senza bisogno della disputa dei playoff".

Giocatori di nome, che per la Terza categoria sono sicuramente un lusso e che è lo stesso Maglione a presentare: "Il primo giocatore che ho contattato e che è stato felice di raccogliere questa sfida è stato mio fratello, Zaccaria Maglione, che ha chiuso l'esperienza con la Pro Novara dopo i playoff vinti e ripartirà proprio da Trecate. Poi Francesco De Carlo, portiere che abbiamo prelevato dall'Olimpia Sant'Agabio; a seguire Demetrio Nicolò, un giocatore nuovo per le nostre latitudini, classe '97 che proviene dalla Prima categoria calabrese molto duttile e offensivo perché parte da centrocampo ma per arrivare spesso al tiro. Sono poi riuscito a convincere Fabio Bisesi a ritornare in campo dopo un anno di stop in seguito allo scioglimento della Juvenzo e quella che considero una vera chicca, ossia la presenza di Marco Cotroneo, giocatore che ha scelto di uscire dal giro del calcio professionistico perché schiacciato da quel ambiente ma che con queste categorie nulla centra: l'ho conosciuto la scorsa stagione alla Pro Novara, ha giocato poco per problemi di lavoro ma ora che si è stabilizzato potrà darci una grossa mano nel nostro progetto a salire. Infine Andrea Fontana, che è rientrato nella scorsa stagione a Trecate e scenderà in Terza per far parte del nostro gruppo, e Alex Triolo, classe '98 che arriva direttamente da una società torinese di Seconda categoria, il Caprie".

Tante novità dunque, che non riguardano però la panchina dov'è stato confermato Bruno Caliò alla guida della squadra dopo la buona stagione vissuta nell'ultimo campionato. "Analizzando l'ultima stagione bisogna ripartire dal girone di ritorno del campionato 2021-22 perché, dopo la partenza titubante, la squadra è andata in crescendo anche perché qualche buon elemento era presente. Sono state messe delle buone basi e gli ultimi inserimenti che ha portato il mercato possa permettere allo Sporting Trecate di dire la propria nella stagione ventura, continuando quella crescita che negli ultimi anni non si è mai fermata. Mancava forse un pizzico di esperienza in una squadra tutto sommato giovane, se riusciremo a trovare la quadratura giusta ne vedremo delle belle".

Una nuova esperienza anche per lo stesso Maglione che, appese le scarpe al chiodo lo scorso autunno mentre giocava con la Pro Novara e subito da lì partito con il ruolo di Ds, un'esperienza presto conclusa non senza qualche dissapore, ha raccolto l'offerta dello Sporting Trecate per rientrare subito nel giro: "E' in effetti un'occasione anche per me per fare esperienza ripartendo da un ambiente tranquillo e sereno ma allo stesso tempo ambizioso. Qui a Trecate c'è spazio per due realtà, ricordo ai tempi in cui c'era La Trecatese che era una squadra molto seguita in paese e che ha fatto anche molto bene; quello è il solco in cui vorremmo muoverci, magari anche migliorando quello che è stato fatto in passato. Questo è un ruolo che mi piace e mi piacerebbe continuare, quest'anno potrà dirci molto in merito al nostro futuro".

Carmine Calabrese

Terza Categoria Novara

ClassificaRisultatiStatistiche