Stresa Vergante, Rotolo lascia la guida della squadra - I AM CALCIO NOVARA

Stresa Vergante, Rotolo lascia la guida della squadra

Rotolo, in panchina nel test col Briga
Rotolo, in panchina nel test col Briga
NovaraSerie D

Ci teneva tantissimo Giorgio Rotolo a guidare lo Stresa Vergante anche in Serie D, conquistata sul campo vincendo l'ultimo campionato di Eccellenza ma alla fine il tecnico ha dovuto scendere a patti con la propria salute rassegnando le proprie dimissioni giusto nel giorno dell'uscita dei gironi e dei calendari della stagione ormai alle porte e che per i borromaici comincerà ufficialmente domenica 21 con il turno preliminare di Coppa che opporrà lo Stresa Vergante alla Giana Erminio, neo retrocessa dalla terza serie nazionale.

Una decisione di responsabilità quella presa del tecnico, ma non per questo meno sofferta perché l'allenatore ha provato con tutte le sue forze a farsi carico della guida tecnica della squadra anche per la stagione da vivere nella massima serie dei Dilettanti, in questo spalleggiato senza remore della società che non ha mai fatto mistero di considerare Rotolo a tutti gli effetti il tecnico della squadra nonostante le lunghe pause per le cure nella lotta al tumore che anche nella scorsa stagione hanno costretto il mister borromaico ai box. I ritmi del pre-campionato hanno fatto però maturare questa scelta che non poteva essere procrastinata oltre per non inficiare la partenza stagionale della squadra che avrà bisogno di farsi trovare pronta ai nastri di partenza del campionato.

Toccanti le parole che Rotolo ha affidato alle pagine ufficiali della società stresiana e che hanno ufficializzato la scelta del tecnico di farsi da parte: "Ho affrontato con tutte le mie energie questo primo mese di preparazione al campionato di serie D che abbiamo guadagnato sul campo lo scorso anno grazie al lavoro di un gruppo di uomini meravigliosi. Ho accettato la riconferma con entusiasmo e con la voglia di giocarmi ogni possibilità per mantenere lo Stresa in questa categoria. Purtroppo, nonostante io abbia messo ogni energia in queste settimane sul campo, mi sono accorto che non sarebbe stato possibile, fisicamente, sopportare il ritmo di lavoro che questo impegno richiede. Allora ho deciso, pur con tanta sofferenza, di fare un passo indietro e di lasciare che la squadra potesse essere guidata da un allenatore in grado di sopportare completamente questo compito. Voglio ringraziare la società di Marco Pozzo, che voglio rimarcare, è stato un signore da ogni punto di vista, per avermi dato l’opportunità di mettermi a servizio di una squadra importante. Ma è giunto il momento di fermarmi, per incanalare le mie energie nelle cure che la mia malattia richiede, per poter essere pronto a ritornare in panchina con tutte le mie forze”.

La guida della squadra passa ora nelle mani di Cristian Nicolini, che già nella scorsa stagione ha sostituito per lunghi tratti Rotolo sulla panchina dello Stresa accompagnando i borromaici fino al vincente turno del "Pedroli" di Verbania dove i lacuali hanno festeggiato la matematica promozione in Serie D: una scelta naturale e di continuità non essendoci tempo per esperimenti di sorta con le prime gare ufficiali stagionali ormai alle porte.

Carmine Calabrese