Un tempo a testa ma tra Fondotoce e Riviera mancano i gol - I AM CALCIO NOVARA

Un tempo a testa ma tra Fondotoce e Riviera mancano i gol

Traffico in area novarese
Traffico in area novarese
NovaraSeconda Categoria Girone A

Una gara aperta a tutte le soluzioni spesso termina con il risultato più ovvio; e il risultato più ovvio in una sfida tra due formazioni che fin qui hanno dimostrato di equivalersi come Fondotoce Riviera d'Orta non può essere che quello di parità. Anche se la partita ha raccontato una sua storia, una trama fatta di momenti di superiorità quasi parimenti divisi tra le due compagini, con i novaresi che hanno approcciato meglio la sfida creando le cose migliori nel primo tempo e i verbanesi che sono usciti alla distanza, rischiando concretamente di vincere in un forcing finale che ha lasciato anche qualche recriminazione a livello arbitrale. Il pari, accettato di buon grado dai due tecnici a conferma del livellamento dei valori espressi in campo, non ferma corsa e ambizioni nè dell'una nè dell'altra, ambizioni che passano dalla salvezza da ottenere il prima possibile ma che potrebbero trovare il proprio habitat nella conquista di un posto playoff.

Errori da matita blu Il Fondotoce disegnato sul campo da mister Sena non rinuncia mai all'assetto che ne ha fatto le fortune nello scorso campionato di Terza categoria, uno schieramento offensivo e propositivo dove la posizione di Cuttica Lazzaro diventa l'ago della bilancia di un equilibrio non sempre facile da trovare. E infatti ad approcciare meglio la sfida del "Manfredi" è il ragionato 4-4-2 di Porzio che consente al Riviera d'Orta di creare - ma anche sprecare con un Ravizzotti tutt'altro che ispirato - diverse occasioni per trovare il vantaggio nel primo quarto di gara. Dopo pochi secondi il fantasista Bacaloni sfonda a sinistra centrando per il proprio attaccante anticipato provvidenzialmente da Polli che concede un corner sul quale il Fondotoce libera in affanno; al 6' ancora dalla fascia mancina è Pirchio a buttare in area un traversone che Ravizzotti gira al volo trovando la plastica risposta di Ferro. C'è anche il Fondotoce, al 9' il diagonale di Viri costringe Vescio ad allungarsi per accompagnare sul fondo la sfera ma il Riviera riparte con determinazione e all'11' va vicinissimo al vantaggio sfruttando ancora il binario di sinistra dove Pirchio evita la chiusura di Polli cercando e trovando ancora Ravizzotti che da due passi non trova il bersaglio grosso. Non è giornata per l'attaccante rivierasco e l'assunto è ancora più chiaro alla mezz'ora quando Ravizzotti si infila come uno slalomista tra i difensori verbanesi presentandosi a tu per tu con Ferro che mura la prima conclusione ma nulla può sulla successiva ribattuta che però l'attaccante, a porta praticamente spalancata, sparacchia incredibilmente fuori uscendo di fatto dalla partita. Con il passare del tempo il Fondotoce prende le misure agli avversari riuscendo a ridurre al minimo le occasioni ospiti e trovando lo spazio per provare a pungere a propria volta come al 44' quando Gorini converge dalla fascia mancina per lasciar partire una conclusione centrale che Vescio addomestica senza particolari difficoltà.

Forcing verbanese Porzio cambia assetto nella ripresa giocandosi, in rapida successione, le carte rappresentate dall'esperienza di Bariletta e dall'intraprendenza di Rodle ma per il Riviera d'Orta il secondo tempo è di pura sofferenza senza mai riuscire a presentarsi con pericolosità dalle parti dell'area tocense. I padroni di casa subodorano la possibilità di mettere a segno il colpo grosso e alzano il proprio baricentro trovando il modo di creare quantomeno i presupposti per un vantaggio che non arriverà. Al 3' Cuttica Lazzaro conclude da fuori ma il tiro si perde di molto alto sopra la traversa; l'uscita del claudicante Perrone è un fattore che cambia l'inerzia della gara perché obbliga Porzio ad arretrare Pirchio sulla linea dei difensori, perdendone lo spunto in zona offensiva e senza ricavarne benefici in fase di copertura. Boscarino prende sempre più campo e da una sua iniziativa nasce il radente sul quale Giovagnoli deve impegnarsi per anticipare l'elettrico Gorini pronto al tocco vincente sotto misura (12'). L'impianto però è ormai chiaro, il Fondotoce preme con costanza e al 25' Cuttica Lazzaro centra un pallone che, grazie al velo di Gorini, sembra diventar buono per Boscarino che però arriva in ritardo all'appuntamento con il gol; lo stesso Gorini ci prova a giro al 31' con la palla che esce di un niente con Vescio in preghiera prima dell'incandescente ed incredibile finale. A cavallo del 90' la palla balla per diversi secondi sulla linea di porta del Riviera d'Orta ma nè Gorini nè Boscarino riescono a spingerla dentro pur toccandola più volte tra le maglie dei difensori del Riviera d'Orta che viene graziato anche in pieno recupero, questa volta dal direttore di gara, che non vede un contatto abbastanza evidente e più che sospetto tra Boscarino, andato via in dribbling tra due avversari invano protesi a cercare la palla, e Giovagnoli che aggancia l'esterno mandandolo a terra in piena area di rigore (48').

FONDOTOCE-RIVIERA D'ORTA 0-0

Fondotoce (4-3-3): Ferro; Franchini, Fusè (31' G. Petrulli), Iacoppi, Polli; Fantacone (39'st Rinaldi), A. Petrulli (23'st Fortini), Cuttica Lazzaro; Boscarino, Gorini (46'st Cassese), Viri. A disposizione: Basso, M. De Luca, Santomauro, Lezzi, D. De Luca. All. Sena.

Riviera d'Orta (4-4-2): Vescio; Lavelli, Giovagnoli, Molinari, Perrone (5'st Rodle); Caldi, Sa. Beltrami (1'st Bariletta), Mancini, Pirchio (38'st Cogo); Ravizzotti (29'st Minniti), Bacaloni (23'st Dellavedova). A disposizione: Rescio, Martinazzi, Se. Beltrami, Ndiaye. All. Porzio.

Arbitro: Carissimi di Torino.

Note: Ammoniti Polli, Fantacone, Gorini e Boscarino per il Fondotoce, Molinari, Caldi e Pirchio per il Riviera d'Orta.

Carmine Calabrese

Seconda Categoria Girone A

ClassificaRisultatiStatistiche