Il Briga manda l'Accademia in tilt, il derby premia gli ospiti - I AM CALCIO NOVARA

Il Briga manda l'Accademia in tilt, il derby premia gli ospiti

Il Briga domina il gioco
Il Briga domina il gioco
NovaraEccellenza Girone A

“Una sfera può essere scagliata soltanto dopo essere stata tirata indietro. Quando ti trascinano indietro, le difficoltà della vita stanno per lanciarsi verso qualcosa di grande quindi resta concentrato e continua a prendere la mira”. (G.Vialli).

Un minuto di silenzio assordante quello che apre il nuovo anno calcistico in ricordo di Gianluca Vialli ed Ernesto Castano, al quale oltre ai giocatori e ai giudici di gara si sono uniti, in maniera sentita, panchine e tribune a ricordare non solo grandi calciatori ma uomini, è il caso di dirlo, d’eccellenza. 

La crisi del Borgo La prima giornata di campionato del 2023 e ultima del girone A di andata d’Eccellenza si apre con una partita da recuperare, rimandata a causa delle nevicate di dicembre e delizia i tifosi con un derby: l’Accademia Borgomanero ospita al "Margaroli" i vicini di casa del Briga che li hanno recentemente eliminati dalla Coppa. L’inizio è choc: gli ospiti, da subito, fraseggiano a ritmi apprezzabili e dimostrano buona reattività tanto che al 2’, su calcio d’angolo battuto sulla sinistra da Salvatore, la palla colpisce il secondo palo e sul rimpallo Tirapelle risolve la gran confusione in area locale infilando la propria stessa porta per il vantaggio ospite. Il Briga resta insidioso: al 9’ Barbaglia dalla fascia destra raggiunge al centro del campo Suppa che si gira mirando la porta ma il suo fendente colpisce fragorosamente il palo. L’Accademia trema e non fa quasi in tempo ad organizzare una reazione che al 19’ Di Cesare sbaglia uno stop concedendo la ripartenza a Negretti che tutto solo, senza essere fermato, spedisce per la seconda volta alle spalle di Salina. E' dominio del Briga che non si ferma non lasciando tempo agli avversari di digerire il doppio svantaggio, al 21’ il "galacticos" Salvatore lascia partire un proiettile fermato di piede dal pronto portiere rossoblu. La corazzata di mister Licaj azzanna i borgomaneresi che faticano nella fase di costruzione e soffrono la crescita di ritmo; la terza rete è l'ovvia conseguenza della tenacia con cui i biancazzurri - in nerogrigio al "Margaroli" - prendono di petto la gara: Perini serve l'assist con straordinario passaggio, a Ballgjini il compito di insaccare beffando Salina e di mandare la gara al riposo sullo 0-3 dopo i due minuti di recupero concessi da Mancullo. 

BRIGAnti Negli spogliatoi l'Accademia si interroga sui motivi che non gli hanno permesso di combattere ad armi pari con gli avversari nella  prima frazione di gioco e il risultato è una squadra che rientra con l'intenzione di svoltare e che al 4' trova il gol con Latta, servito da Orlando e con la complicità di una difesa questa volta colta di sorpresa. Ma il Briga ci mette poco a riordinare le idee e a tornare a controllare la partita: al 18' la punizione di Bottone raggiunge Suppa che gira in direzione della porta, pronto Salina a dire di no; al 26' è ancora Suppa di testa a prendersi le luci della ribalta ma questa volta è il palo ad opporsi alla conclusione dell'attaccante brighense. Molinaro fa alzare dalla panchina Giordani e il neo entrato al 29' sfiora la rete che potrebbe riaprire il match, imitato poco dopo da Latta che, in combinazione con il fido Orlando, manda la girata fuori di una spanna (31'). I padroni di casa provano un tardivo forcing, al 41' Giordani calcia senza fortuna dal limite dell'area mentre Orlando spreca all'altezza del disco del rigore con una conclusione troppo debole per ingannare Baccin. Nel recupero torna a farsi vedere la formazione ospite, Rognone in contropiede si dirige a tu per tu con Salina ma sbaglia la stoccata facendo finire la sfera oltre la porta rossoblu, cristallizzando un risultato che non cambierà più fino al triplice fischio finale. 

Il Briga - salito in cattedra per l'occasione con una prova scaltra ed aggressiva al punto giusto - vince la sfida anche dal punto di vista fisico mostrando uno stato di forma che l'Accademia può al momento solo invidiare essendosi mostrata affatibisognerà far tesoro di una sconfitta che dev'essere molla per affrontare al meglio il secondo derby consecutivo, quello previsto per domenica prossima contro l'Oleggio che inaugurerà il girone di ritorno.

ACCADEMIA BORGOMANERO-BRIGA 1-3

Reti: 2' aut.Tirapelle (B), 19' Negretti (B), 45' Ballgjini (B); 4’st Latta (A). 

Accademia Borgomanero: Salina, Marchio (20'st Giordani), Tirapelle, Geno (34'st Gambazza), Casarotti, Ballarini (1'st Mandracchia), P. Poletti (1'st Legnani), Di Cesare, Latta, Orlando, De Bei (26'st Scampini). A disposizione: Samarxhi, Lorito, F. Poletti, Piccinelli. All. Molinaro. 

Briga: Baccin, Barbaglia (34'st Martore), Mirinioui, Negretti, Pici, Bellocci (48'st Rognone), Cantadore, Perini (42'st Margaroli), Ballgjini (37'st Marra), Salvatore (10'st Bottone), Suppa. A disposizione: Margarita, Cataldo, Lorenzetto, Pinton. All. Licaj. 

Arbitro: Mancullo di Bra. 

Note: Ammoniti: Di Cesare e Legnani per l'Accademia Borgomanero, Suppa, Cantadore e Perini per il Briga.

Alice Previtali