La ricetta di Mantegazza per il Momo: "Migliorarci tramite il lavoro" - I AM CALCIO NOVARA

La ricetta di Mantegazza per il Momo: "Migliorarci tramite il lavoro"

Mantegazza, nuovo tecnico del Momo
Mantegazza, nuovo tecnico del Momo
NovaraPromozione Girone A

Che il Momo allo stato attuale sia un cantiere aperto è apparso chiaro a tutti quelli presenti alla prima uscita ufficiale, la sfida di Coppa con il Cameri, in primis a mister Marcello Mantegazza che infatti a fine partita ha più di un pensiero da mettere in fila. La squadra non ha sfigurato al cospetto di un Cameri a sua volta ancora alla ricerca del miglior assetto di gioco, ma è parsa ancora troppo slegata per offrire una manovra dal marcato accento corale e probabilmente non potrebbe essere altrimenti visto che l'estate ha riservato una sorta di rivoluzione in seno alla rosa dei novaresi a cui va dato il tempo di trovare la propria via: "Siamo una squadra giovane che, se vuole raggiungere i propri obiettivi, dovrà lavorare molto. Siamo consapevoli che andremo incontro a delle difficoltà, soprattutto nella fase iniziale della stagione, ma dovremo essere bravi ad uscirne un po' alla volta, guadagnando settimana dopo settimana in intraprendenza e personalità che sono i fattori che sono mancati nell'atteggiamento del primo tempo; nella ripresa siamo andati meglio ma con il senno di poi sarà più utile questa sconfitta frutto di un'ingenuità abbastanza evidente verso la fine della gara, in modo che ci rimanga come campanello d'allarme per il futuro".

Il tempo che servirebbe a questo gruppo per trovare il giusto assetto, l'amalgama ideale per interpretare al meglio le gare, è in questo momento il peggior nemico del Momo visto che all'orizzonte sia profila già l'avvio del campionato: "Non possiamo accelerare troppo i tempi, fin dall'inizio sapevamo di dover crescere un passo alla volta perché la squadra è stata profondamente rinnovata in estate; in questo momento abbiamo bisogno del campo, del lavoro in allenamento che dev'essere sfruttato alla massima potenza per cercare di migliorarci ma ho tanta fiducia verso questo gruppo che rimane intatta anche dopo questa sconfitta perché intravedo delle buone potenzialità che dovremmo essere bravi ad ottimizzare in maniera concreta".

L'orizzonte di un Momo neo promosso e mancante dalla Promozione da tre lustri resta necessariamente quello della salvezza, da conseguire nel minor tempo possibile. Impossibile - e forse anche deleterio per mister Mantegazza - pensare ad altro in avvio di stagione: "Io credo che il nostro obiettivo sia quello di guardare alla salvezza, cercando di fare al più presto i punti che ci assicurino la permanenza in categoria. Solo una volta che saremo sicuri di questo ci renderemo conto se saremo stati così bravi da poter guardare oltre ma in questo momento sarebbe sbagliato immaginare qualcosa di strano che al momento non ci compete. Siamo una neopromossa che conta solo una manciata di giocatori rispetto alla squadra che è arrivata fin qui vincendo il campionato dello scorso anno: abbiamo bisogno di trovare la nostra dimensione e al momento questa consta unicamente la salvezza".

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:MOMO Promozione Girone A