Riviera, il primo posto alla portata, Ponzio: "Noi ci siamo" - I AM CALCIO NOVARA

Riviera, il primo posto alla portata, Ponzio: "Noi ci siamo"

Massiliano Ponzio, Riviera d'Orta
Massiliano Ponzio, Riviera d'Orta
NovaraSeconda Categoria Girone A

Gli ultimi turni di campionato, che hanno opposto il Riviera d'Orta alle due squadre alla guida del girone A di Seconda categoria, hanno garantito alla squadra di Massimiliano Ponzio una buona dose di autostima che solo quattro punti - frutto di un pareggio e una vittoria, l'ultima sul Romagnano - potevano dare consentendo alla squadra rivierasca di fare un balzo determinante in classifica per portarsi in piena lotta per il vertice. Una spinta a cui il tecnico ha sempre creduto e che ora conta di non disperdere: "Sapevamo già dall'inizio che questo campionato sarebbe stato molto equilibrato e che le squadre che potessero esprimersi per lottare per il salto di categoria fossero quelle che stanno venendo fuori in questo periodo. La lotta in questo momento è molto aperta e anche per questo siamo consapevoli di portarci via da Romagnano un grandissimo risultato perché conosciamo il valore di questo squadra così come sappiamo quanto vale il Fondotoce per cui essere riusciti a strappare un punto anche a loro ci ha dato grande consapevolezza. Quattro punti contro queste due squadre ci fanno ben sperare anche perché non siamo riusciti ad esprimerci sui livelli che ci sono soliti, giocando forse le due peggiori partite dell'ultimo periodo, e dobbiamo ringraziare le individualità se siamo riusciti a rimanere a galla".

Un grande bagno di umiltà quello di Ponzio che ha visto la sua squadra, dopo un primo tempo sottotono con tanti errori soprattutto in fase difensiva, rifiorire nella ripresa in concomitanza con un cambio di modulo pressato dagli eventi e quasi casuale: "L'infortunio di Perrone mi ha indotto a giocarmi il tutto per tutto, ottenendo maggior spinta da una squadra però sbilanciata dalla presenza di giocatori offensivi in terza linea; non sono però soddisfatto dell'atteggiamento della squadra nel primo tempo, abbiamo preso gol a difesa schierata e questo non deve succedere ad una squadra che vuole puntare in alto. Non voglio nemmeno parlare di disattenzioni, forse è stata semplicemente la maggior voglia messa dagli attaccanti del Romagnano che gli consentiva di arrivare prima su quei palloni contesi che fanno la differenza. Nella ripresa sono entrati giocatori che per noi sono importantissimi come Bacaloni, giocatori che in questa categoria e su campi splendidi come quello di Romagnano sanno fare la differenza: era stato poco bene in settimana per cui non l'abbiamo rischiato fin da subito ma quando è entrato è stato capace di cambiare la squadra".

Se si analizza il momento specifico del campionato, non si va molto lontano dal vero dicendo che il Riviera d'Orta è forse la squadra messa meglio dal punto di vista psicologico ed ambientale in questo frangente; una spinta che però non va dispersa proprio ora che il primo posto sembra essere alla portata come non mai: "Io penso che questa squadra abbia le qualità per rimanere in alto a lottare per le posizioni che contano ma in un campionato così equilibrato bisogna sbagliare il meno possibile; sappiamo qual è la strada da seguire, se ci esprimiamo con la costanza che abbiamo dimostrato di sapere tenere credo che avremo la possibilità di fare bene anche per la strada per la vittoria passa attraverso tanti ostacoli e ci vorrà anche un pizzico di fortuna. Però il Riviera d'Orta c'è, di questo ne siamo convinti".

Carmine Calabrese

Seconda Categoria Girone A

ClassificaRisultatiStatistiche