L'Armeno di Bertinotti pronto a nuove sfide: "Vogliamo tornare presto" - I AM CALCIO NOVARA

L'Armeno di Bertinotti pronto a nuove sfide: "Vogliamo tornare presto"

Fulvio Bertinotti presidente dell'Armeno
Fulvio Bertinotti presidente dell'Armeno
NovaraSeconda Categoria Girone A

La stagione per l'Armeno è terminata come peggio non avrebbe potuto, con una retrocessione amara giunta al termine di uno spareggio al quale sembrava - con il ruolino di tutto rispetto assunto nel girone di ritorno dopo una prima parte di stagione con pochi punti e tante difficoltà - che la compagine cusiana non avrebbe neanche dovuto partecipare. Il finale è stato però avaro di soddisfazioni e la squadra del Presidente Fulvio Bertinotti, si è ritrovata a combattere per la vita o la morte sportiva nel drammatico ultimo atto con il San Maurizio che l'ha condannata alla retrocessione in Terza categoria.

C'è delusione a fine partita all'uscita dagli spogliatoi di Romagnano Sesia ma è lo stesso Presidente Bertinotti a voler spendere alcune parole per una squadra che ha fatto di tutto per evitare l'epilogo che invece si è verificato sul campo. "Quest'estate ci siamo trovati a dover ricostruire tutta la squadra - ricorda Bertinotti - con tutte le incognite che ciò comporta e le prime nove partite, in cui non abbiamo racimolato neanche un punto pur giocando bene, sono state alla base di questa retrocessione. E' un peccato perché, pur avendo dovuto risalire la classifica, nel girone di ritorno eravamo riusciti a riportarci a livello degli altri ma questo non è bastato; sono però sicuro che il gruppo che si è formato quest'anno, se tutti resteranno ad Armeno e sono abbastanza sicuro che sarà così dopo aver parlato con questi ragazzi, sarà la base per provare a risalire subito in categoria. Mi ha stupito vedere l'unione che si è creata all'interno dello spogliatoio e sono davvero contento che questo sia successo e che questa unione ci abbia permesso di arrivare fino qua a giocarci una salvezza in cui nessuno credeva alla fine del girone d'andata. Ovviamente ci dispiace per com'è andata a finire ma per noi è già un traguardo insperato dopo le prime partite aver conteso al San Maurizio la permanenza in categoria".

I programmi sono dunque già tracciati anche per la prossima stagione, con l'Armeno che ricomincerà proprio dal girone di ritorno per risorgere - se possibile - ancora più forte: "La prima condizione - rincara la dose Bertinotti - è che questo gruppo non si sfaldi ma che abbia la voglia di ricominciare a lottare tutti insieme. Se dovremmo ricominciare dalla Terza categoria, dopo tanti anni che l'Armeno non la frequentava più, lo faremo anche se speriamo che sarà possibile provare a chiedere un ripescaggio e chissà che la categoria che abbiamo perso in questo pareggio non ci venga poi restituita, un regalo che accetteremmo volentieri. Ma non ne faremo una malattia, l'intenzione è quella di confermare in blocco una squadra molto giovane e di inserire qualche innesto di esperienza per provare a risalire quanto prima: siamo caduti in piedi, il lavoro che è stato fatto in questa stagione ce lo ritroveremo anche l'anno prossimo e credo si possa dire che l'Armeno non avrebbe meritato di perdere la Seconda categoria, non fosse altro per il pubblico colorato e sempre presente che ci ha accompagnato spesso anche in questa stagione difficile".

Carmine Calabrese

Seconda Categoria Girone A

ClassificaRisultatiStatistiche