Zucca toglie pressione alla Union: "Dobbiamo goderci il momento" - I AM CALCIO NOVARA

Zucca toglie pressione alla Union: "Dobbiamo goderci il momento"

Carlo Zucca, tecnico della Union Novara
Carlo Zucca, tecnico della Union Novara
NovaraPrima Categoria Girone A

Un mix di grinta, qualità intrinseche e determinazione è alla base del successo di una Union Novara che ha dovuto sovvertire il pronostico per proseguire il proprio cammino alla seconda fase dei playoff di Prima categoria superando un Trecate che gli era arrivato davanti in classifica - e giocava quindi con la possibilità di poter anche pareggiare nell'arco dei 120 minuti - ma che in campionato aveva faticato quando aveva affrontato le "violette", racimolando un pari ed una rovinosa sconfitta interna; e l'ha fatto nelle condizioni più estreme, in campo avverso e sotto di un uomo per il quarto d'ora finale e tutti i tempi supplementari.

Una modalità che rende ancora maggior merito al gruppo allenato da Carlo Zucca, che ha dimostrato di puntare a qualcosa di sensazionale dopo aver già raggiunto con la partecipazione a questi playoff il punto più alto in assoluto: "Sapevamo che avremmo dovuto passare su questo campo se volevamo continuare ad inseguire il nostro sogno - commenta a caldo il tecnico novarese - e sapevamo anche di aver a disposizione un unico risultato, ossia quello di vincere. Lo abbiamo fatto e lo abbiamo fatto con merito e con cuore perché non semplice affrontare questa sfida essendo rimasti anche con l'uomo in meno, sarebbe stato forse più facile mollare nel finale quando i ragazzi hanno cominciato ad accusare il peso della stanchezza. Sono però contento che i ragazzi siano riusciti a dare tutto quello che avevano - anche chi è entrato dopo ed è riuscito a darci una grande mano - in questa che era una sfida da dentro o fuori: questo è il momento di godersi quello che siamo riusciti a fare guardando sì avanti, a quello che ci attende, ma con la consapevolezza che continueremo a giocare con l'ambizione di volerci prima di tutto divertire".

Trovato il vantaggio nel primo tempo la Union è riuscita ad imbastire la partita che aveva preparato, difendendo con ordine e mostrando una disponibilità ed un'organizzazione che è stato spesso tratto distintivo della squadra di Zucca anche in campionato: "Sono le nostre qualità e mi fa piacere che poi queste vengano sottolineate perché questo gruppo ha sempre lavorato a testa bassa, passando da un modulo all'altro come se nulla fosse; abbiamo trovato questo assetto formato dai quattro dietro e da tre centrocampisti che ci sta dando grande solidità a livello difensivo e anche con il Trecate è stato così perché alla fine il gol preso è stato frutto di una palla inattiva. Spesso nelle partite in cui si può solo vincere si scende in campo con l'intento di aggredire unicamente l'avversario, ma la pazienza invece è quella che paga maggiormente perché poi per vincere le partite può bastare anche solo un episodio che può sempre capitare, soprattutto in gare che possono protrarsi anche ai supplementari. Noi ci siamo preparati a questo lavorando soprattutto sulla testa dei ragazzi".

Poi però servono anche le qualità individuali, come quelle di Grieco che ha trovato il gol vittoria e che è stato forse l'innesto più importante operato in corsa dalla Union Novara: "Sappiamo quanto Ciccio può essere importante per questa squadra, soprattutto adesso che sta bene anche fisicamente, perché all'interno di questo gruppo è uno dei pochi giocatori che in carriera ha già vinto e che quindi sa come si fa. In queste partite l'esperienza di un giocatore come lui è un valore aggiunto e siamo contenti che sia con noi".

Anche perché all'orizzonte c'è già la seconda fase, che porterà le squadre a giocare ancora diverse partite in un periodo dell'anno in cui spesso si è già in vacanza. Uno step che richiede ancora impegno - fisicamente e mentale - ad una squadra che lavora fin dallo scorso agosto per quest'obiettivo: "Continueremo a lavorare sul campo così come abbiamo sempre fatto finora - dice ancora Zucca - senza mollare nulla, anche perché abbiamo la fortuna di poter lavorare con uno staff di prim'ordine anche a livello fisico, con un lavoro che sta venendo fuori proprio in queste partite. Siamo però sereni, abbiamo voglia di andare avanti e di non lasciare nulla di intentato ma anche quella di continuare a divertirci come abbiamo fatto finora".

Carmine Calabrese

Prima Categoria Girone A

ClassificaRisultatiStatistiche