Riviera e Pro Palazzolo, un punto per continuare a sperare nella Prima - I AM CALCIO NOVARA

Riviera e Pro Palazzolo, un punto per continuare a sperare nella Prima

Pirchio realizza dal dischetto, è 1-0
Pirchio realizza dal dischetto, è 1-0
NovaraSeconda Categoria

Pareggiare la gara d'esordio in una competizione cortissima come un quadrangolare playoff dove a passare direttamente alla categoria superiore è solo la prima classificata è sempre un risultato da prendere con le molle, da analizzare secondo quanto successo in campo per comprendere se alla fine può essere considerato un passo avanti oppure un'occasione mancata. E non è difficile arrivare alla conclusione che - tutto sommato - l'1-1 maturato sul campo di Legro può essere considerato un risultato positivo per un Riviera d'Orta che è vero che si giocava in casa la prima sfida ma che è arrivato alla gara con la Pro Palazzolo con una rosa ridotta all'osso, che ha imposto a mister Ponzio scelte obbligate, e qualche scoria di troppo frutto della sfida con il Romagnano. Il campo ha detto che le due squadre si sono divise equamente i tempi di gioco, il primo appannaggio dei novaresi padroni di casa e il secondo di marca ospite, ma anche che nella ripresa i vercellesi sono stati decisamente più incisivi sprecando anche l'occasione di ottenere il risultato pieno che avrebbe di fatto quasi estromesso i cusiani dalla corsa.

Mancanza di concretezza Non è in perfette condizioni il campo di Legro che, complici i continui scrosci d'acqua di un maggio mai così piovoso, presenta diverse pozze e larghi tratti di terreno pesante a rendere difficile la vita della squadra chiamate a scendere in campo. Riviera d'Orta e Pro Palazzolo sono entrambe reduce da una finale playoff - con il Romagnano i novaresi, opposti alla Crescentinese gli ospiti - che ha lasciato nell'umore pesanti ombre ma sono soprattutto i vercellesi di Lasagna, sconfitti partendo da favoriti, ad aver accusato il colpo e a riportarlo nella prima gara della seconda fase dei playoff, che vede i padroni di casa dominare la prima frazione. Ponzio, che non può disporre della Juniores largamente utilizzata in stagione perché in "gita premio" a Barcellona, ha poche alternative agli undici che scendono in campo, con Di Luciano a prendere il posto dello squalificato Vescio in porta e Bacaloni ad affiancare Ravizzotti schierato come punta di riferimento; sugli scudi Beltrami che, partendo da interno di destra, diventerà uomo a tutto campo e trascinatore del Riviera d'Orta fino al momento del calo fisico, che coinciderà con il calo d'intensità dell'intera squadra di casa. Proprio un tocco di Beltrami al 6' lancia la cavalcata di Ravizzotti che trova un varco per andare in profondità ma attende troppo per calciare verso la porta di Hoxha perdendo l'occasione di pungere in area vercellese. La Pro Palazzolo si affida ad un ordinato ma poco propositivo 4-3-3 con Petrillo a menare le danze a centrocampo e Veliu a creare superiorità numerica partendo dalla fascia mancina ma ci vuole uno svarione di Vanti, che al 10' si fa rubare palla dal "10" vercellese per consentire alla Pro Palazzolo di costruire la prima vera palla gol, Veliu serve il liberissimo Bersano che spreca tutto sparando alle stelle dal cuore dell'area. Passato lo spavento il Riviera d'Orta riprende il comando delle operazioni, all'11' Ravizzotti cerca la porta da posizione defilata mandando di poco sul fondo poi un rinvio senza pretese di Pirchio mette in difficoltà Hoxha che sul rimbalzo della sfera tocca quel tanto che basta per spingere la palla contro la traversa e poi sul fondo per un corner che genera qualche protesta per il tocco sulla linea di Pasini che i cusiani vorrebbero con un braccio. Ancora ospiti al 25' sempre partendo dalla fascia di Veliu che con l'esterno fa correre Di Martino che in diagonale supera Di Luciano ma non Molinari che salva in scivolata a porta ormai sguarnita. Al 33' Hoxha arriva sul pallonetto troppo debole di un Pirchio lanciato a rete ma la gara cambia al 40' quando, ad azione ormai finita, Pasini colpisce in area Ravizzotti inducendo El Hilali a concedere la massima punizione: proprio Pirchio si presenta dal dischetto, palla da una parte e portiere dall'altra. Prima del riposo ancora Ravizzotti beneficia dell'ennesimo recupero di Beltrami spedendo sul fondo di prima intenzione (47').

Dischetto amaro Decisamente spigolosa la partita nella prima frazione, anche per l'eccessivo permissivismo nella direzione di gara del fischietto di Nichelino, sono diversi i colpi proibiti che si sprecano anche in avvio di ripresa quando prima Caldi e poi Dalpedri rischiano qualcosa di più di un cartellino giallo intervenendo in maniera scomposta sugli avversari. Al 7' Pasini ci prova con la specialità della casa, la punizione dal limite, che però esce altissima sulla traversa di Di Luciano, all'11' sul fronte opposto è Hoxha a non riuscire a contenere la conclusione di Mancini dando a Ravizzotti l'occasione di intervenire sotto misura con un tiro degno però più di una gara di rugby che di calcio. La Pro Palazzolo prende campo anche per la crescita in cabina di regia di Petrillo e al 13' il pareggio si concretizza su un'azione d'angolo, con Dalpredi che devia in porta da due passi rimettendo in equilibrio la gara e generando nuovi fantasmi in un Riviera d'Orta che accusa il colpo e rischia di inabissarsi. Al 18' Di Luciano contiene in due tempi la conclusione al volo di Petrillo ma al 21', quando Molinari tocca ingenuamente Veliu - autolanciatosi in area di rigore cusiana sgattaiolando tra almeno tre avversari - provocando calcio di rigore, cala il gelo sul campo di Legro inondato dal sole: un gelo che si infrange solo al momento della battuta, con Petrillo che spedisce fuori ridando fiato al Riviera d'Orta. Molinari prova a farsi perdonare svettando di testa in area avversaria senza tuttavia inquadrare lo specchio vercellese (24') ma è Hoxha a blindare la propria porta al 27' volando sulla conclusione potente di Caldi concedendo un corner sul quale Beltrami svetta ad altezza siderale senza tuttavia trovare lo spunto per indirizzare la palla all'interno dei pali. La Pro Palazzolo, complice il vistoso calo degli avversari a cui Ponzio non può porre rimedio, spinge sull'acceleratore con Veliu che al 33' si rende protagonista di una discesa tambureggiante partendo dalla propria metà campo, salta due uomini come birilli e chiama Di Luciano alla parata complicata prima che Petrillo, con una bomba su punizione che si stampa sulla traversa, porti la Pro Palazzolo nuovamente ad un passo dal sorpasso (39'). Beltrami al 44' spizza la punizione di Pirchio con Hoxha che dimostra una presa ferrea sul tentativo di tap-in di Bariletta ma nel quinto dei sette minuti di recupero concessi dal direttore di gara sarà ancora una volta Pirchio a salvare il punto del Riviera d'Orta mettendosi sulla traiettoria del tiro velenoso di Petrillo, rimandando tutto o quasi alle decisive sfide della prossima domenica.

RIVIERA D'ORTA-PRO PALAZZOLO 1-1

Reti: 40' Pirchio rig. (R); 13'st Dalpedri (P).

Riviera d'Orta (4-3-1-2): Di Luciano; Pezzoni, Vanti, Molinari, Pirchio; Beltrami, Mancini, Caldi; De Nicolo (36'st Testa); Ravizzotti, Bacaloni (27'st Bariletta). A disposizione: Perrone, Testori. All. Ponzio.

Pro Palazzolo (4-3-3): Hoxha; A. Genesi, Casamassima, Dalpedri (36'st S. Genesi), Pasini; Ajaraam, Petrillo, Castagnone; Bersano (12'st Ballanca), Di Martino, Veliu. A disposizione: Pala, Di Luca, Mulla, Florea, Manco, Saia. All. Lasagna.

Arbitro: El Hilali di Nichelino.

Note: Ammoniti Bacaloni e Caldi per il Riviera d'Orta, Dalpedri e Bersano per la Pro Palazzolo. Al 21'st Petrillo (P) ha fallito un calcio di rigore.

Carmine Calabrese