Calciomercato LIVE

Il punto sulla Lega Pro, girone A: Novara e... Bom!

Il tecnico novarese Domenico Toscano
Il tecnico novarese Domenico Toscano

La giornata Giornata di verdetti nel girone A di Lega Pro che è rimasto incerto fino al 38° turno e anche nell'ultima giornata non sono mancate le sorprese. Queste non hanno riguardato il primo posto, dove il Novara, dopo la strepitosa rimonta perpetrata settimana scorsa, ha portato a termine il suo lavoro vincendo di misura a Lumezzane con una rete di Corazza e tornando in serie B ad un anno dalla retrocessione, arrivata nei playout dello scorso giugno contro il Varese. Al Bassano non è bastata la netta affermazione sul FeralpiSalò e i 74 punti conquistati che li hanno visti finire appaiati agli azzurri, ma dietro per gli scontri diretti; per i veneti playoff che partiranno al "Mercante", dove il Bassano ospiterà la Juve Stabia e proverà a sfruttare il vantaggio del fattore campo. Emozionante anche l'esito per il terzo e quarto posto: il Pavia, nonostante due rigori sbagliati, si salva nel finale in casa contro il Real Vicenza grazie ad una rete di Cesarini e porta a casa un punticino che gli assicura il terzo posto, mentre fa harakiri l'Alessandria che non va oltre l'1-1 interno contro l'Unione Venezia e si fa sopravanzare dal Como che vince di misura a Mantova e corona una rimonta che fino a qualche settimana fa sembrava impossibile, guadagnandosi il diritto a sfidare il Benevento. Grossa delusione per i grigi: solo tre punti nelle ultime cinque partite per una squadra che meno di due mesi fa aveva giustificate ambizioni di primo posto. Per quanto riguarda il discorso retrocessione, Maracchi decide lo spareggio salvezza tra Pordenone e Albinoleffe mandando i "ramarri" ai playout e i bergamaschi direttamente in serie D; sarà il Monza, sconfitto a Busto Arsizio, l'avversaria dei friulani, mentre la Pro Patria se la vedrà con il Lumezzane con il vantaggio del ritorno allo "Speroni". Nelle ultime tre partite di giornata il Renate festeggia la salvezza vincendo a Sassari: ai neroazzurri bastava un punto, ma un gol di Spampatti ha permesso alla squadra di Boldini di raggiungere in classifica l'altra matricola felice, ovvero la Giana Erminio, sconfitta 3-0 dalla Cremonese. Torna al successo il Sudtirol vincendo ad Arezzo: Fischnaller con una doppietta raggiunge Bruno e Ferretti a quota 16 in testa alla classifica cannonieri.

Top Scontato inserire il Novara: della squadra neopromossa scegliamo il tecnico Domenico Toscano che ha avuto il merito di gestire alla grande un gruppo numeroso e i favori del pronostico che davano gli azzurri come favoriti. Spesso, soprattutto nel girone di ritorno, si sono visti giocatori importanti in tribuna, ma quando sono stati chiamati in causa hanno sempre dato il loro contributo, anche solo per uno scampolo di partita. Qualche critica per il gioco poco brillante è arrivata, ma bisogna sottolineare che negli scontri diretti tra le prime cinque il Novara ha perso solo a Como per un gol in fuorigioco e nel doppio confronto era avanti a tutte le rivali, fattore che si è rivelato decisivo nei confronti del Bassano.

Flop Come accenato qualche riga sopra, l'Alessandria riesce nell'impresa di non qualificarsi nemmeno per i playoff, suicidandosi negli ultimi due mesi di campionato. La gara contro l'Unione Venezia è esemplificativa di come i grigi tante volte (anche troppe) siano riusciti a complicarsi la vita da soli. Mister D'Angelo si è preso tutte le responsabilità, ma ci piacerebbe sapere cos'è successo ad una squadra molto regolare e che fino a marzo era stata la più continua del campionato. Inspiegabile anche il rendimento interno: l'ultima vittoria al "Moccagatta" è datata 1° aprile, poi le sconfitte contro Monza e Como e il pareggio di domenica.

Playoff e playout Domenica scattano i quarti di finale playoff: il programma prevede Benevento-Como, Matera-Pavia, Ascoli-Reggiana e Bassano-Juve Stabia, partita secca in casa della migliore classifica. Le vincenti si affronteranno in sfide di andata e ritorno sia in semifinale che in finale dove si deciderà la quarta squadra che raggiungerà Novara, Salernitana e Teramo in serie B. Per quanto riguarda i playout del girone A, si affrontano il 23 e il 30 maggio Monza-Pordenone e Pro Patria-Lumezzane: le vincenti resteranno in Lega Pro, mentre le due sconfitte faranno compagnia all'Albinoleffe in serie D.

Marco Dho